Gazzetta TV

Alternanza scuola-lavoro a Marinarsen, firmato accordo con quattro istituti superiori [Video]

AUGUSTA – Sono state firmate il 7 giugno, nella sala dipartimentale del Comando Marittimo Sicilia ad Augusta, le convenzioni di alternanza scuola-lavoro tra la Marina militare e quattro istituti superiori delle province di Siracusa e Catania.

La convenzione sarà al momento disponibile a favore degli studenti dei seguenti istituti di istruzione superiore: “Fermi-Eredia” di Catania, “Duca degli Abruzzi” di Catania, “Rizza” di Siracusa e “Arangio Ruiz” di Augusta.

Alla cerimonia per la firma sono intervenuti il contrammiraglio Giuseppe Sica, direttore Marinarsen Augusta, il contrammiraglio Nicola De Felice, comandante Marisicilia, il sindaco Cettina Di Pietro e i quattro dirigenti scolastici dei rispettivi istituti, tra cui Maria Concetta Castorina per il locale istituto “Arangio Ruiz”, accompagnati da delegazioni di studenti.

Si tratta della prima iniziativa, destinata all’esterno, coordinata e gestita interamente dalla Scuola allievi operai dell’Arsenale militare marittimo sulla quale, fin dalla sua riapertura del giugno 2016, la Marina ha ritenuto di dover investire e puntare conducendo una serie di attività migliorative dal punto di vista strutturale e professionale. Se da una parte sono state sviluppate diverse capacità di formazione, informazione ed addestramento del personale arsenalizio e degli enti territoriali Marina, si intende rendere l’Arsenale una struttura “aperta”, integrata nel territorio e idonea, pronta a condurre iniziative a favore della collettività quando richiesto, come la riqualificazione o l’acquisizione di competenze e certificazioni essenziali per interagire con il mondo del lavoro.

Un momento di sintesi di una variegata e multidisciplinare attività condotta dallo stabilimento militare dalla sua riorganizzazione interna avviata da circa due anni – ha sottolineato il direttore dell’Arsenale della Marina militare, contrammiraglio Giuseppe Sica, all’atto della firma – attività che ha portato ad una graduale crescita delle capacità interne dal punto di vista della manutenzione navale in alcuni settori specifici e l’inaugurazione della officina Scadenze di legge e controlli distruttivi. Nonché la progressiva ripresa dopo circa vent’anni delle attività della Scuola allievi operai, mediante un programma di attività che ha consentito e tuttora consente al personale assegnato alla scuola di ricostituire progressivamente il patrimonio di esperienze e la mentalità tipica di una scuola di formazione”.

Il risultato di questo sviluppo interno all’Arsenale vedrà a breve l’avvio del primo corso utile a riqualificare figure professionali di operatori di sistemi in tecnici elettronici per la manutenzione di sistemi navali.

Alle iniziative “interne” si affiancano ulteriori iniziative “esterne”, che mirano a rendere la scuola un centro di esperienze e formazione in aree di nicchia connesse all’ attività principale dell’Arsenale, ossia la manutenzione navale; un centro di formazione che abbia i previsti formali riconoscimenti a livello non solo del Ministero della Difesa, ma anche della Regione Siciliana e, limitatamente a specifiche aree, di tutta la comunità navale nazionale ed internazionale, con il fine di creare occasioni d’incontro con il territorio, realizzare progetti comuni con il mondo del lavoro, dare l’occasione agli studenti di confrontarsi con la realtà lavorativa attraverso forme diverse tra cui non solo l’alternanza scuola-lavoro ma anche, se possibile e finanziati, stage formativi di lavoro, come peraltro già fatto dall’Arsenale di Messina.

Proprio nell’ambito di tali attività esterne – ha concluso il contrammiraglio Sica – abbiamo ritenuto, vista anche la domanda ed il notevole interesse, di non poterci esimere dall’essere struttura di riferimento per tutti quegli istituti desiderosi di sviluppare progetti in una realtà, sicuramente complessa ed articolata come poche nel settore della manutenzione navale, quale l’Arsenale”.

L’alternanza scuola-lavoro, per la quale ci siamo fortemente impegnati insieme alla direzione dell’Arsenale di Augusta – ha aggiunto il comandante Marittimo Sicilia, contrammiraglio Nicola De Felice rientra nelle attività complementari della Forza armata al servizio della collettività e può rappresentare una valida opportunità di arricchimento reciproco, non solo quindi per i ragazzi degli Istituti ma anche per tutto il personale dell’Arsenale. I “nostri giovani studenti siciliani”, sui quali puntiamo con determinazione con queste iniziative, potranno aggiungere conoscenze di base e competenze acquisite nella quotidianità lavorativa, potranno scoprire interessi e vocazioni personali, arricchendo la formazione scolastica con esperienze maturate “sul campo”, in virtù delle capacità strutturali, capacità tecnologiche e organizzative che la Marina militare può mettere a disposizione”.

I dirigenti scolastici hanno manifestato soddisfazione per la vicinanza della Marina militare al mondo della scuola, una vicinanza ritenuta speranza per uno sviluppo del territorio attraverso la crescita professionale di studenti che rappresentano il futuro, e che avranno la possibilità di rapportarsi col mondo reale del lavoro e con un ambiente, quello della Marina, in cui impareranno tradizione e disciplina.

Ecco le dichiarazioni in video, fornite dalla Marina militare, di Giuseppe Sica, comandante Marinarsen di Augusta, Nicola De Felice, comandante Marisicilia, e Maria Concetta Castorina, dirigente scolastico dell’Istituto superiore “Arangio Ruiz” di Augusta.


In alto