Cronaca

Animata lite con ex compagna e suocero per l’affidamento del figlio, intervengono i carabinieri

AUGUSTA – Nella serata di ieri, carabinieri dell’Aliquota radiomobile della Compagnia di Augusta, unitamente ai militari della locale Stazione, sono intervenuti presso un’abitazione a seguito della richiesta di aiuto pervenuta alla centrale operativa da una donna, che segnalava presunte molestie da parte dell’ex compagno. La situazione sarebbe degenerata in un’animata lite per motivi inerenti ai diritti di visita del figlio avuto dalla relazione dei due augustani.

Infatti la donna, dopo la recente separazione di fatto dal compagno, si era trasferita, portando con sé il figlio di un solo anno di età, a casa dei propri genitori. Negli ultimi giorni sia la donna che il padre di lei avrebbero notato l’ex compagno, a bordo di un furgone, stazionare spesso nei pressi della nuova dimora. Secondo quanto ricostruito dai militari, il suocero avrebbe quindi deciso di incontrarlo per un chiarimento a riguardo proprio nella serata di ieri, ma avrebbe ricevuto solo insulti, vedendo poi l’ex compagno della figlia allontanarsi e dirigersi verso l’attuale dimora della donna, dove avrebbe suonato il campanello insistentemente, urlando di volersi riprendere il figlio.

L’uomo, all’arrivo tempestivo dei militari dell’Arma, non solo avrebbe continuato a molestare la famiglia, ma sarebbe arrivato anche a minacciare il suocero, che nel frattempo lo aveva raggiunto. La situazione è attualmente seguita dalla Stazione Carabinieri di Augusta, che ha mostrato particolare vicinanza e disponibilità alla donna e ai suoi familiari avviando tutte le procedure previste.

(Foto in evidenza: repertorio)


In alto