Cronaca

Arrestato cinquantasettenne per percosse e maltrattamenti all’anziana madre

AUGUSTA – Nella notte, i carabinieri del nucleo Radiomobile di Augusta hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di “maltrattamenti in famiglia”, un uomo di 57 anni di origini pugliesi ma da tempo residente in città (di cui non rendono noto il nome).

Alcuni cittadini avevano segnalato urla provenienti da un’abitazione del centro alla centrale operativa dei carabinieri, che ha inviato sul luogo indicato una pattuglia impegnata in un servizio di controllo del territorio.

I militari hanno appurato che l’uomo si trovava ancora “in evidente stato di agitazione, a seguito di un banale diverbio scaturito per futili motivi” con l’anziana madre convivente, che avrebbe “percosso violentemente” poco prima procurandole delle lesioni al collo, alle braccia e alle orecchie.

L’uomo, “sorpreso e contrariato” per l’improvviso arrivo dei carabinieri, dopo “un iniziale atteggiamento di minaccia e di intimidazione” nei loro confronti, è stato riportato alla calma grazie alla professionalità degli stessi militari, che hanno provveduto ad affidare la donna alle cure dei sanitari dell’ospedale “Muscatello” di Augusta.

Nella contestuale attività informativa svoltasi a seguito dell’episodio, i carabinieri intervenuti hanno accertato che le sopraffazioni poste in essere dall’uomo nei confronti dell’anziana madre sarebbero state reiterate nel tempo, motivo per cui, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Siracusa, il cinquantasettenne è stato associato al carcere di Cavadonna.

(Foto in evidenza; repertorio)


In alto