News

Arsenale militare marittimo di Augusta, insediato il neo direttore Budri. Un bilancio del biennio di Sica

AUGUSTA – Si è svolta stamani la cerimonia di avvicendamento alla Direzione dell’Arsenale militare marittimo di Augusta tra il contrammiraglio Giuseppe Sica e il capitano di vascello Pierpaolo Budri, alla presenza dell’ammiraglio di squadra Eduardo Serra, comandante logistico della Marina militare.

Il comandante marittimo della Sicilia, l’ammiraglio di divisione Nicola De Felice, ha sancito il passaggio di consegne dell’importante e strategica struttura, protagonista di una fase di rinnovamento e acquisizione di nuove capacità nell’ottica del supporto anche alle nuove unità della Marina militare.

Nei due anni e mezzo sotto la direzione del contrammiraglio Sica, l’Arsenale militare marittimo di Augusta, che conta 283 dipendenti civili e 86 militari, ha infatti visto un rilevante incremento del tasso d’impiego dei bacini e delle infrastrutture per la manutenzione delle unità navali e in particolare, dopo quattordici anni, di un sommergibile (vedi articolo e video); l’internalizzazione di alcune lavorazioni precedentemente affidate all’industria privata, tutte certificate secondo gli standard Iso/Rina; la revisione degli impianti di artiglieria e dei diesel generatori di unità della squadra navale.

Inoltre, l’avvio del “1° corso per tecnici elettronici” a favore delle maestranze arsenalizie, progettato e condotto da personale specializzato dello stabilimento, la riattivazione della Scuola allievi operai, di concerto con la Regione siciliana, e, con la convenzione sottoscritta lo scorso giugno, l’avvio dell’alternanza scuola-lavoro a favore di quattro istituti scolastici superiori, due catanesi, uno siracusano e il “Ruiz” di Augusta (vedi articolo).


In alto