News

Attraversano a nuoto il golfo Xifonio nel giorno della Madonna del Carmine per “smuovere le coscienze”

AUGUSTA – Anche quest’anno, la mattina del 16 luglio, per il settimo anno consecutivo, un gruppo di amici, nuotatori per passione, ha deciso di attraversare a nuoto il golfo Xifonio in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del Monte Carmelo o del Carmine.

Dalla prima traversata il piccolo gruppo originario ha raccolto intorno a sé complessivamente una trentina di persone di età diverse, dal più giovane di 12 anni al meno giovane di 74, con Gianfranco Nasti, plurimedagliato tricolore nei campionati master di nuoto.

Si tratta non solo di una sfida sportiva, bensì di un tributo di amore che i partecipanti rivolgono al mare che circonda l’Isola, come noto inquinato da decenni di sversamenti delle acque reflue in assenza di un depuratore. La sfida allora, a detta dei nuotatori, diventa testimonianza di un desiderio di cambiamento e l’auspicio di vedere al più presto il mare augustano libero da certe fogne a cielo aperto.

La trentina di atleti, più e meno esperti, ha quindi preso il largo dalla spiaggetta nota come “delle Grazie”, assistiti lungo il percorso da imbarcazioni di privati e della Guardia costiera ausiliaria, per raggiungere la riva opposta all’altezza degli organismi di protezione sociale della Marina Militare.

Dopo la fatica della traversata, alcuni di loro fanno sapere: “Noi non demordiamo, desideriamo che ogni angolo del nostro “paradiso” augustano possa essere fruibile e godibile. Lo dobbiamo ad ogni cittadino. Amiamo Augusta e cerchiamo nel nostro piccolo di smuovere le coscienze“.


In alto