Eventi

Augusta tappa del festival letterario itinerante “Nostos”, progetti con il “Megara” e il carcere

AUGUSTA – “Fisica e metafisica dei luoghi” è il titolo scelto per la terza edizione di “Nostos. Festival del viaggio e dei viaggiatori“, ideato e realizzato da Naxoslegge, con la direzione artistica di Fulvia Toscano. Il festival, inserito nel maggio dei libri e già facente parte della neonata “Rete dei festival del sud”, con la stessa filosofia che sottende Naxoslegge, dalla prima edizione, vuole essere un evento diffuso, un vero viaggio nel viaggio in diversi luoghi della Sicilia e non solo. L’evento vede la partecipazione di moltissimi ospiti e la collaborazione di comuni, con Augusta tappa programmata, oltre a Floridia, Scaletta Zancle, Barcellona Pozzo di Gotto, e di molteplici associazioni e istituzioni scolastiche.

Il festival prende avvio il 3 maggio, al museo di Naxos, con la presentazione del nuovo libro di Marinella Fiume e Piero Romano, “Viaggio in Sicilia”. Trova spazio all’interno del festival una nuova sezione “Viaggi di un altro genere”, dedicata allo sguardo femminile sul viaggio e ai luoghi legati a figure femminili, sulle cui tracce Nostos invita il pubblico: sulle tracce di Adelasia del Vasto, a cui sarà intitolata la Biblioteca delle donne del comune di Barcellona; in collaborazione con “Associazione Nimphea” e “Floridia in biblioteca”, sulle tracce di Chiara Palazzolo, la talentuosa scrittrice, prematuramente scomparsa, di Floridia; sulle tracce di Macalda di Scaletta, nello splendido castello della cittadina della provincia di Messina, con la studiosa Dora Marchese che ha dedicato a Macalda il suo ultimo saggio. Non può mancare la presenza del progetto “In viaggio con Tomasi”, ideato da Fulvia Toscano e Antonietta Ferraloro, che per il biennio 2017-2018, ha celebrato gli anniversari lampedusiani con incontri, viaggi, pubblicazioni, mostre, toccando in due distinte occasioni anche Augusta. Il progetto sarà ospite al Salone internazionale del libro di Torino, al Jazz club, tra gli eventi off, il 12 maggio, mentre a Messina, il 24, ospite della Galleria di arte moderna e contemporanea della città metropolitana, in collaborazione con la Fidapa sezione Messina Capo Peloro, “Nostos” presenterà sia il libro nato dal progetto dedicato a Tomasi, “Itinerari siciliani”, sia la mostra “Lighea. Il mito e la sirena” di Alessandro La Motta, dedicata al racconto di Tomasi. La mostra resterà aperta fino al 31 e anche per le scuole è stata pensata una giornata con visite guidate.

Protagonisti del festival pure i licei “Caminiti” di Giardini Naxos e “Megara” di Augusta, il primo con il progetto Erasmus plus dedicato ai Cammini d’Europa, con la presenza di licei ospiti dalla Grecia e dalla Romania, il secondo con il progetto di alternanza scuola-lavoro, coordinato da Mariada Pansera per Naxoslegge, e dedicato a Tomasi di Lampedusa e Lighea.

Spazio alla fotografia d’autore, grazie alla presenza di Luigi Nifosì, in due incontri, uno a Messina, con Pino Falzea e Enrico Guerrera, l’altro a Naxos con Maria Grazia Vanaria e Sandro Consolato. Un appuntamento particolare sarà quello del 29, presso il carcere di Brucoli, dove sarà avviato, con il direttore dell’istituto penitenziario Antonio Gelardi, con Mariada Pansera e Antonello Nicosia, pedagogista, il progetto “In viaggio con papà. Viaggi da fermi per conquistare il mondo”, che inaugura uno spazio destinato agli incontri tra i detenuti e i figli, in cui la lettura gioca un ruolo fondamentale.

Si conferma il premio Custodi della bellezza, dedicato a Khaled Al-Asaad, di cui sarà insignito Sebastiano Tusa, docente universitario e di recente nominato assessore regionale ai Beni culturali, nella splendida cornice dell’Ipogeo di piazza Duomo a Siracusa. A consegnare il premio sarà Fabio Granata in rappresentanza dell’Archeoclub di Siracusa, partner del premio, alla presenza di alcuni membri del Comitato scientifico, tra cui Marinella Fiume e Giuseppe Nuccio Iacono.


In alto