Vitae in Breve

Vitae in Breve

Vita. Tutto ha inizio in una frazione di secondo: uno spermatozoo sfinito da una corsa contro il tempo, un ovulo placido in attesa e... ZAC! Non siamo ancora altro che l’incontro tra loro, eppure ne siamo già pieni. Da quel momento, è un continuo susseguirsi incessante e incalzante di percorsi tra vicoletti, labirinti, scalate e strapiombi vissuti tutti d'un fiato. Piccole e grandi opere che compiamo e fallimenti che ci malmenano. In poche parole, è tutto ciò che siamo nel lasso di tempo che intercorre tra nascita e morte… e forse anche dopo. Fin qui tutto chiaro o, perlomeno, sembrerebbe così. Ma la vita, non è anche pensieri e parole? E tra quelli che mi balenano in mente, cercandole un senso, ce n’è uno ricorrente: “Nato? Forse mai”. Ma questa è un’altra storia, un’altra vita che forse, nel frattempo, vi racconterò e di cui per ora vi do un piccolo assaggio. Sono Marcello Marino e il mio rapporto con la vita è stato, sempre, alquanto controverso. Fino alle 21:30 del 19 agosto 2014, l’ora dell'ultimo (tra i tanti) appuntamenti con la Signora Morte andato in bianco (per fortuna) ma tanto ravvicinato da essermi ritrovato più “aldilà” che di qua. Ed è per questo che, in vostra compagnia, vorrei intraprendere un viaggio tra i racconti delle vite degli altri per scavare nelle nostre. “Vitae in breve” è un contenitore, quello in cui conservo le vite che incontro e che racconto. Tutte le vite che ascoltiamo ci aiutano a riconoscerci e man mano che si raccontano, ci raccontano. “Vitae in breve” è un omaggio alla vita. “Vitae in breve” è un luogo della vita. “Vitae in breve” è le nostre vite.

Risposte per Vitae in Breve

Altri articoli
In alto