Sport

Cable wakeboard, un successo la gara nazionale al laghetto di Agnone Bagni [Video]

AUGUSTA – Quasi trenta rider, suddivisi in sei categorie, si sono sfidati lo scorso sabato pomeriggio, 8 settembre, per la tappa di Augusta della Cable Cup, trofeo nazionale della disciplina sportiva, in ascesa, del cable wakeboard.

La competizione, sotto l’egida della Fisw (Federazione italiana sci nautico e wakeboard), è arrivata sulle acque del laghetto di Agnone Bagni, nella struttura battezzata “Sunisland wake park”, grazie all’organizzazione del sodalizio sportivo locale Xifonia Extreme Board Asd, con Sebastiano Ramaci presidente e Dario D’Agostino vicepresidente.

Il cable wakeboard è una sorta di incrocio tra sci nautico e snowboard, con il traino assicurato da un simil skilift controllato dal “driver” (Sebastiano Greco per la gara augustana) e la presenza in acqua di diverse strutture galleggianti di vario genere (rampe, rails, tubi) su cui effettuare le evoluzioni, i cosiddetti “tricks”.

I sostenitori augustani accorsi, purtroppo, non hanno potuto festeggiare la vittoria di un atleta di casa, dovendosi consolare con il terzo posto nella categoria “Boys” (under 15) di Aldo Raniolo, di soli dieci anni, preceduto dai catanesi Marco Insirello e Diego Costa.

Nella categoria più attesa, “Open man“, ha trionfato il catanese Arturo Cosentino, capace di lasciare alle spalle per punteggio gli etnei Gianluca Tarro e Pierpaolo Girgenti. Tra le donne, categoria “Open ladies“, vittoria della palermitana Giulia Ribolla, seguita da Alessandra Aversa, catanese, e Cinzia Lo Giudice, messinese.

Nella due restanti categorie, tra i “Master“, medaglia d’oro per il messinese Daniele Campo, che ha preceduto il palermitano Manfredi Napoli e l’altro messinese Giuseppe Frassica, mentre tra i “Veteran“, è salito sul gradino più alto del podio il siracusano Simon Alberto Piera, con il palermitano Francesco Ferrara al secondo posto e il catanese Fabio Insirello al terzo.

Si è svolta anche una gara per la categoria “Wakeskate“, disciplina del cable wakeboard su una diversa tavola, con il podio formato, in ordine dal gradino più alto, da Gianluca Tarro, Arturo Cosentino e Vito Frazzetto.

È stato un successo il weekend, non solo in acqua ma anche sul prato della struttura, tra esibizioni collaterali di parkour e skateboard. La gara augustana è stata la seconda tappa della Cable Cup, dopo quella di Montichiari (Brescia) di fine agosto, ed è il preludio alla finalissima in programma a Settimo Torinese il 22-23 settembre.

Ecco il servizio.


In alto