Sport

Calcio a 5, il Maritime Augusta mette un piede in Serie A. L’augustano Spampinato: “Orgoglioso della squadra”

AUGUSTA – Il Maritime Augusta, in testa alla classifica del girone B per tutto il campionato di Serie A2, vince l’ultima sfida al vertice, sabato pomeriggio al Palajonio, e vola a distanza di sicurezza dall’avversaria e inseguitrice, la formazione catanese della Meta.

La squadra di Miki griffa l’undicesima vittoria consecutiva (su altrettante gare), infligge la terza sconfitta stagionale alla Meta e compie un poderoso balzo verso l’élite del futsal italiano: quella Serie A che nel settembre 2016 era un ambizioso obiettivo, mentre adesso è sempre più vicino a tramutarsi in realtà. Otto punti di vantaggio sulla Meta, potenzialmente undici considerando la gara da recuperare a Ciampino, e la forza di un’impressionante percorso netto fotografano la cavalcata di Everton e compagni.

Il derby con la Meta ha ripercorso la sceneggiatura delle precedenti sfide. Gara sofferta, difficile, ma vinta centimetro dopo centimetro, ribaltata con la testa prima e con il cuore dopo, dopo la rete dell’ex Duda Dalcin. Successo per 3-1, legittimato dalle molte occasioni create e anche dai quattro legni timbrati (3 Crema, 1 Mancuso). Gara esaltante, degna di un palcoscenico superiore e con la splendida cornice del pubblico del Palajonio. La standing ovation finale per la Meta e l’abbraccio dei tifosi di casa all’ex di turno Duda Dalcin aggiungono valore e sostanza allo spettacolo offerto dai protagonisti in campo.

Delle tre segnature biancoblù, tra quella di Josè Ruiz e quella di Mancuso, c’è stata la firma dell’unico augustano in campo, che con 10 reti in campionato sta diventando sempre più una realtà del futsal nazionale.

Si tratta ovviamente di Davide Spampinato, che dopo il big match afferma: “Abbiamo preparato la gara nei minimi dettagli, siamo sfortunati con i pali colpiti, il portiere avversario ha fatto ottimi interventi, ma siamo stati sereni, senza farci prendere dalla frenesia e anche se sotto di una rete, abbiamo fatto quanto dovevamo fare e l’abbiamo ribaltata. La Meta è un’ottima formazione, con giocatori di qualità che dà sempre filo da torcere. Sono orgoglioso del Maritime, diamo sempre tutto per portare a casa il risultato”. A cui si aggiungono le parole di Diego Mancuso sulle sorti del girone: “Non è finita, ma sappiamo che l’obiettivo è più vicino“.


In alto