Sport

Calcio a 5, Serie A, il Maritime Augusta cade a Montesilvano e finisce al 4° posto. Everton, da coach al ritorno in campo

AUGUSTA – Un punto nelle ultime tre partite e il Maritime Augusta dalla vetta finisce al 4° posto, in una parte alta della classifica molto corta, che resta quindi aperta a continui rovesciamenti. La seconda sconfitta in campionato, in casa della corazzata Acqua&sapone di Montesilvano, arriva dopo sei cessioni in pochi giorni e con un mercato in entrata ancora da avviare.

I biancoblù di Polido schierano infatti una formazione ampiamente rimaneggiata, con Zanchetta e Crema fuori per infortunio, Everton “Batata” dentro, al ritorno in Serie A dopo aver iniziato la stagione da allenatore (in coppia con Cabral), per un quintetto iniziale composto da Dal Cin, Caio, Bissoni, Selucio e Simi.

Avvio della prima frazione con il Maritime Augusta ordinato: palla a Simi sulla sinistra, il brasiliano prova ad aprire il piattone, ma Fiuza non si fa sorprendere. È il preludio ad un botta e risposta che caratterizzerà tutta la prima frazione: conclusione di Simi, questa volta sulla destra, che trova la respinta di Fiuza, abile poi a far ripartire l’azione per la conclusione dei suoi, sventata da Dal Cin. Calcio piazzato battuto da Lukaian, ancora Dal Cin, sulla linea di porta. Anticipo di Coco Wellington su Bissoni, Dal Cin solido in uscita. La squadra di Polido dimostra di avere le idee chiare, e l’allenatore portoghese inserisce Everton Batata, pronto a dare ordine alla manovra. Il Maritime è vivo: tre scambi veloci e Selucio calcia in porta con il destro, ma Fiuza respinge. Cambio di fronte e Lima impegna Dal Cin, che vola e toglie la sfera dall’incrocio. Partita bellissima. L’Acqua&sapone cerca lo spazio giusto al limite e passa con il mancino molto potente di Murilo sul quale Dal Cin non può nulla (1-0, 9’ 56’’). Pochi istanti dopo, Maritime subito vicino al pari con la botta da fuori di Follador che si stampa sul palo alla sinistra di Fiuza. Sul finire del primo tempo, il Maritime velocizza il gioco e si rende pericoloso con Bissoni, sempre presente nelle due fasi. Un giallo per parte negli ultimi minuti: prima De Oliveira, in ritardo, poi Everton, che trattiene lo stesso De Oliveira. Grande occasione per il Maritime quasi sulla sirena della prima frazione: Simi si gira in un fazzoletto e calcia con il mancino, andando vicinissimo al pareggio.

Nella ripresa l’Acqua&sapone trova un avvio deciso, con la conclusione respinta con un braccio da Bissoni: ammonizione per il numero venticinque e calcio di rigore per i padroni di casa, trasformato da De Oliveira (2-0, 21’ 45’’). Poco dopo ancora Acqua&sapone con Jonas che si presenta davanti a Dal Cin, abile a sventare il pericolo. Altra azione della squadra di Perez, tap-in di Lima respinto sulla linea e in maniera provvidenziale da Selucio. Lukaian per Coco: mancino tagliato a lato. Ma il cuore del Maritime Augusta non conosce resa: ripartenza Pedrinho, velocissimo, che batte Fiuza con uno scavetto dolcissimo e accorcia le distanze (2-1, 25’ 30’’). Il Maritime risponde ancora: break di Simi atterrato da Lukaian, ammonizione per il numero dieci in maglia Acqua&sapone. Ancora Simi, si accentra e prova il destro, ma un prodigioso intervento di Fiuza salva i suoi. Ci prova De Oliveira: dribbling nello stretto e conclusione respinta da Dal Cin in angolo. Allarga il gioco l’Acqua&sapone e Coco Wellington riporta i suoi a due lunghezze di distanza nel risultato con un mancino che si insacca alle spalle di Dal Cin (3-1, 31’ 47’’). Lancio lungo per Selucio che con il mancino anticipa Fiuza, ma non riesce a batterlo. Il Maritime prova ad uscire dalla pressione dei padroni di casa, ma lascia spazio ad Ercolessi che conclude a rete (4-1, 33’ 20’). Portiere di movimento per Polido: scambio interrotto da Lima che dalla distanza insacca (5-1, 35’ 05’’). Uscita di Dal Cin, Jonas ruba palla e fissa il punteggio sul 6-1 finale (6-1, 38′ 56”). Fallo in attacco del Maritime: è il sesto, quindi tiro libero per Acqua&sapone. Va Cuzzolino, ma il nuovo entrato Bartilotti ipnotizza il numero sette dei padroni di casa che spedisce la palla a lato, poco prima del fischio finale.

Prossimo turno, venerdì sera al Palajonio, contro la squadra a ridosso degli augustani, il Real Rieti, tre punti dietro ma con una gara da recuperare.


In alto