Sport

Calcio a 5 under 19, il Maritime Augusta accede alla finale scudetto

AUGUSTA – L’under 19 del Maritime Augusta sbanca il campo dell’Olimpus Roma con il risultato di 4-3 al termine di una gara sofferta, bissa il successo dell’andata (3-2) e stacca il pass per la finale scudetto che, come le precedenti fasi, si disputerà con gara di andata e ritorno. La finale è in programma con andata e ritorno il 10 e 17 giugno: il Maritime affronterà la vincente di Kaos Ferrara-Fenice Venezia Mestre e giocherà in casa la gara di ritorno, come da sorteggio effettuato a suo tempo.

Firmano il poker vincente Murò, Motta, Rossi e Selucio ma il successo va ascritto all’intero gruppo che ha lottato dal primo all’ultimo minuto delle due gare, avendo ragione di un avversario davvero ostico.

La squadra allenata da Peris Gavalda parte con il vantaggio di un gol conquistato nella gara di andata (3-2) e la gara s’infiamma subito. Padroni di casa immediatamente pericolosi con un rigore (fallo di mani di Pedro) che Achilli calcia a lato. L’Olimpus ci prova due volte con Luciano, Guilherme respinge. Sull’altro fronte, Selucio cerca il gol dalla distanza: Ducci para. È lo stesso Selucio a propiziare il vantaggio dei biancoblù con un affondo trasformato in rete da Murò (0-1). L’Olimpus risponde con Luca Pizzoli, ma Guilherme non si fa sorprendere ed il Maritime segna la seconda rete con un bolide dalla distanza targato Motta (0-2 il parziale). Sotto di tre reti nel computo complessivo, l’Olimpus non molla e pareggia con una doppietta di Andrea Pizzoli (2-2) a cavallo fra il primo ed il secondo tempo.

Il Maritime non muta atteggiamento e spreca anche un calcio di rigore calciato da Selucio e parato da Ducci. Il ritmo è serrato. Kamel sfiora il gol per l’Olimpus, il Maritime replica con Rossi che prima centra un clamoroso palo e poi è protagonista di una ficcante ripartenza sventata da Ducci e Andrea Pizzoli. Ancora Maritime con Motta che cerca vanamente il bis con una conclusione dalla distanza, ma sono i padroni di casa a segnare con Galvan che devia in rete un diagonale di Proietti. Il 3-2 per l’Olimpus pareggia i conti dei due confronti, ma resta ancora molto da giocare. È il quintetto siciliano a produrre il massimo sforzo con Pedro (contropiede solitario concluso con un tiro alto), Costamanha (Luciano devia in angolo), Selucio (palla a lato). L’espulsione di Kamel (doppio giallo) dà ai biancoblù la possibilità di giocare in superiorità numerica, i ragazzi di Gavalda costruiscono ancora pericoli con Murò e Costamanha ma non trovano il gol. Ristabilita la parità numerica, il Maritime continua ad insistere con Costamanha (tiro alto da ottima posizione) e al 19’ si prende il gol che rompe l’equilibrio con Rossi, bravo a sbattere in rete il corner di Selucio (3-3). L’Olimpus schiera subito il 5vs4, ma il Maritime non perdona e su ripartenza Selucio chiude la spettacolare triangolazione con Rossi, iniziata nella propria aria di rigore, confezionando il gol che chiude i conti (3-4).


In alto