Sport

Calcio, Promozione, Di Mauro fa volare il Megara: è terzo posto provvisorio

AUGUSTA – Grazie ad una rete del bomber Di Mauro, il Megara si aggiudica il derby contro il Floridia. Partita giocata, combattuta e giocata a buon ritmo da due squadre ben disposte in campo e in salute. La formazione di mister Pippo Zarbano ha fatto valere la “legge del Megarello”, contro un avversario mai domo e che sino all’ultimo ha cercato la rete del pareggio mancata di un soffio in più occasioni.

Il Floridia, reduce da 5 vittorie consecutive, ha confermato di essere un avversario di buona levatura tecnica. Il Megara dal canto suo ha costruito la vittoria lottando su ogni pallone e difendendo con le unghie e con i denti la preziosa rete messa a segno al 18’ da Di Mauro, che sugli sviluppi di una calcio d’angolo calciato da Sottile svettava di testa ed insaccava alle spalle di Limoni.

Nel primo tempo la partita è stata tutto sommato equilibrata, con occasioni da entrambe le parti. Nella ripresa invece il Megara ha badato a difendersi, agendo prevalentemente in contropiede. Il Floridia si è reso pericoloso in più occasioni, impegnando l’ottimo Fagone che si è sempre disimpegnato a dovere. Gli ultimi 10’ di gioco sono stati giocati sotto un violento temporale che ha reso il campo ai limiti della praticabilità.

Grazie a questo successo, i neroverdi del presidente Roy Ferreri restano nei quartiere alti della classifica, con un terzo posto provvisorio condiviso con il Real Siracusa Belvedere (20 punti), in attesa delle gare domenicali dei siracusani e del Caltagirone. Mentre il Floridia, che nonostante la sconfitta ha destato comunque una ottima impressione, dovrà reagire subito per continuare a risalire la classifica.

Ecco il tabellino.

Megara: Fagone, Venditti (85’ Anfuso), Di Grande, Arcidiacono, Cardile S., Casavecchia, Carbonaro, Busso, Di Mauro (65’ Cannavò), Sottile (90’ Costa), Cardile M. (60’ Corallo). All. Zarbano.

Floridia: Limoni, Cerno, Accardo Alessandro, Accardo Alessio, Marino, Lentini (65’ Garufi), Sollano (86’ Drabo), Cocula (52’ Rizza), Carrabino, Infantino, Bazzano. All. Attardi.


In alto