Politica

Campo sportivo, l’assessore Suppo tira fuori i progetti e replica: “A parole, tutto è possibile”

AUGUSTA – ““Fattibilità in un paio di mesi”: per chi non conosce le procedure burocratiche tutto è possibile… ma solo a parole“. Replica così l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Roberta Suppo, pur senza citarlo personalmente, all’affondo politico del consigliere di opposizione Giuseppe Di Mare sullo stallo in merito alla realizzazione di un nuovo impianto per il calcio.

L’accostamento grafico pubblicato dall’assessore Suppo tra il progetto esistente “Cittadella dello sport” e il progetto donato da “Cambiaugusta”

Del progetto donato all’Amministrazione dall’associazione politico-culturale “Cambiaugusta” dice che “non è altro che una planimetria, accompagnata da una relazione descrittiva che, solo dopo svariati passaggi burocratici, può essere reso cantierabile, al fine di affidare la realizzazione dell’opera e dare così inizio ai lavori“. Per l’assessore tale procedura avrebbe “tempi di espletamento di non meno di un anno, non considerando i possibili intoppi burocratici“.

L’intento dichiarato dalla Suppo è di “sgombrare il campo dal pressappochismo” e riferisce che “è già presente nel parco progetti dell’ente il progetto preliminare denominato “Cittadella dello sport”, che insiste nel ex campo container, in cui è previsto un campo sportivo con le medesime caratteristiche del progetto donato“.

Inoltre l’assessore conferma l’intenzione dell’Amministrazione pentastellata di realizzare il campo di calcio nell’area dell’ex campo “Fontana” e di variare il progetto esistente della cosiddetta “Cittadella dello sport” prevedendo una piscina anziché un altro campo di calcio.

Tale scelta – conclude – è stata dettata dalla attuale disponibilità economica di mutui rivolti al sito “Campo Fontana” e dalla possibilità di avere diverse strutture pubbliche che consentono di dare pari opportunità a molteplici discipline sportive“.

(Foto in evidenza: repertorio)


In alto