Politica

Candidatura Pisani al Senato, il consigliere Tripoli: “Forse condizioni fisiche non furono unica causa delle dimissioni”

AUGUSTA – “È veramente un sollievo sapere che un cittadino di Augusta è tra coloro che correranno per una poltrona al Senato della Repubblica in occasione delle prossime elezioni. La candidatura del dott. Pisani offre, a questa nostra martoriata città, la possibilità di un riscatto derivante da anni di deludente vita amministrativa portata avanti dall’attuale amministrazione“. Parole, almeno formalmente, concilianti arrivano dal consigliere comunale del Pd, Alessandro Tripoli, dopo aver appreso della candidatura per il M5s dell’ex vicesindaco Pino Pisani nel collegio uninominale di Siracusa (vedi articolo).

Ma Tripoli ricorda le motivazioni che portarono Pisani a lasciare la giunta pentastellata, a neppure un anno dall’insediamento, e palesa delle perplessità: “Questo gesto palesa certamente che i problemi di salute, che meno di due anni fa lo costrinsero ad abbandonare la scena politica ed amministrativa augustana, siano finalmente risolti e questo con grande sollievo dei suoi amici e simpatizzanti, anche se – aggiunge il consigliere – è ormai chiaro che le condizioni fisiche forse non erano l’unica causa che lo spinsero a dimettersi da quell’amministrazione incapace di far fronte ai problemi dei cittadini. Sarà per lui una campagna elettorale estenuante ma sono certo che ripresa la giusta forma fisica, lo stesso cercherà di assolvere i svariati problemi che l’attuale amministrazione capitanata dal partito che egli stesso si accinge a rappresentare, sta lasciando cadere nel dimenticatoio, spesso accentuandone gli effetti“.

Il consigliere comunale di opposizione evidenzia presunte carenze della maggioranza pentastellata sui fronti dell’ambiente e della sanità, proprio i campi di competenza dello stesso Pisani, prima da vicesindaco con delega all’ambiente e poi da “esperto del sindaco”: “Non vi saranno più scuse verso chi oggi chiede a gran voce di risolvere le criticità ambientali, facendo chiarezza su come si possa e si debba risolvere il problema. Non si potrà, in buona sostanza, continuare a nascondersi dietro ad un dito facendo finta di non vedere l’evidente incremento delle attività inquinanti nel nostro territorio. Sono altresì certo che proprio per la provenienza e sensibilità del dott. Pisani, il nostro ospedale diventerà un potenziale fiore all’occhiello della sanità pubblica provinciale: si potranno rispolverare i vecchi cavalli di battaglia che tanta fortuna hanno portato a molti membri, vedi il Presidente del Consiglio comunale, dell’attuale compagine politica del M5s che della battaglia pro ospedale ne hanno fatto la propria fortuna politica“.

Insomma, il territorio si aspetta tanto da chi lo rappresenterà – conclude Tripoli – e tutto avverrà nel pieno stile di rinnovamento politico per cui tutte le giustificazioni o ancor peggio le rese, non saranno contemplate!“.


In alto