News

Comune di Augusta diffidato dal sindacato sul salario accessorio, Fp Cisl: “Mortifica fattività dipendenti”

AUGUSTA – Una diffida nei confronti del Comune di Augusta per sollecitare subito un confronto e dare avvio al pagamento del saldo degli arretrati relativi al salario accessorio atteso dai dipendenti e maturato dal 2011 al 2016. Ad annunciarla è stato il segretario provinciale di Siracusa e Ragusa per la Funzione pubblica della Cisl, Daniele Passanisi.

Un percorso ritenuto “obbligato” dopo gli incontri avuti il 23 ed il 30 ottobre scorsi, durante i quali il sindacato ha spiegato come non siano ancora posti in essere tutti gli atti necessari al pagamento del saldo del salario accessorio, inclusa la valutazione della performance, anche considerato che la mancata erogazione di tale parte dello stipendio legata alla produttività starebbe “mortificando la fattività dei dipendenti“.

Abbiamo assistito da troppo tempo ad uno scaricabarile tra i vertici dell’amministrazione comunale – afferma il segretario provinciale della Funzione pubblica della Cisl, Passanisi che ha portato all’attuale situazione diventata ormai insostenibile. Le colpe di questo stallo, da parte anche delle passate gestioni, non possono ricadere sui dipendenti che con diligenza hanno raggiunto gli obiettivi posti dall’amministrazione per migliorare la qualità dei servizi erogati alla cittadinanza megarese. Diffidiamo, quindi, l’amministrazione del comune di Augusta che non può continuare a comportarsi da Ponzio Pilato, ma deve trovare le più opportune e rapide soluzioni per porre fine a questo impasse e riconoscere il dovuto salario accessorio ai dipendenti”.

La segreteria provinciale della Funzione pubblica intende, qualora non siano rispettati i tempi già sollecitati, rivolgersi mediante un esposto alla Magistratura.


In alto