Cronaca

Controlli in una pescheria di Augusta, sequestrati 20 chili di pescato

AUGUSTA – Questa mattina, personale militare della Capitaneria di porto – Guardia costiera di Augusta ha effettuato dei controlli in una pescheria di Augusta, volti ad appurare il rispetto della normativa in ordine alla corretta commercializzazione dei prodotti ittici. Un’attività, come ricorda la Capitaneria di porto, svolta a tutela dei consumatori, che devono poter confidare in prodotti la cui provenienza sia legittima e conosciuta.

Nella fattispecie, è stata riscontrata la presenza di circa 20 chili di pescato, già esposto sul bancone per la vendita, privo della necessaria documentazione riguardante la tracciabilità, e quindi che ne attestasse la provenienza.

Al responsabile dell’esercizio commerciale in questione è stata comminata una sanzione amministrativa ammontante a circa 1.500 euro, mentre il prodotto ittico, una volta sottoposto a sequestro, e giudicato non edibile da parte del medico del servizio veterinario competente, è stato avviato a corretto smaltimento.

Sempre nel corso della mattinata, in una distinta attività, i militari della Guardia costiera hanno applicato delle diffide su unità da diporto trovate indebitamente ormeggiate all’interno della nuova darsena, affinché i relativi proprietari provvedano repentinamente al disormeggio delle stesse.


In alto