News

Decennale rifondazione Banda musicale di Augusta, il maestro Galofaro scrive una lettera aperta

AUGUSTA – Dieci anni dalla sua rifondazione. Il Corpo bandistico “Federico II – Città di Augusta” si appresta a celebrare con la consueta dedizione un anniversario importante, non solo per i componenti ma per l’intera Città a cui vengono dedicate le note di ogni apprezzata iniziativa. Tra queste, torna il “Caffè bandistico”, nell’ambito dei festeggiamenti del patrono San Domenico, storica rievocazione di quelle mattinate primaverili in musica che caratterizzavano la vita del centro storico nel secolo scorso. Dopo il grande successo ottenuto l’anno passato, domenica 20 maggio dalle ore 10 la banda musicale partirà in sfilata da piazza Castello per eseguire alcuni brani della tradizione prima in piazza Duomo e infine dinanzi al Palco della musica, alla villa comunale.

In vista della ricorrenza del decennale, il maestro Gaetano Galofaro ci ha inviato una lettera aperta, rivolta alla Banda musicale di Augusta, che dirige con grande professionalità, e alla cittadinanza. Pubblichiamo qui di seguito il testo integrale.

Nell’aprile del 2008, con l’amico Emanuele Di Grande, avevamo ereditato da appena un anno l’intima e sentita tradizione della tromba del Giovedì Santo Notte e fu proprio così che la nostra idea, condivisa in un attimo, si trasformò presto in realtà. Con una lettera scritta furono invitati alcuni musicisti della città, con un’adesione iniziale di circa 14 elementi. Forti delle prime risposte tra aprile e maggio del 2008, quattro soci fondatori danno vita al Corpo Bandistico Federico II Città di Augusta.

L’unica forza sulla quale potevamo puntare in quel momento era l’entusiasmo di un gruppo di giovani volenterosi ed  aventi come progetto principale quello di ridare ad Augusta la sua banda. Con l’aiuto di diversi sostenitori ed amici, oltre a quello di diverse famiglie, iniziammo questo fantastico percorso.

In poco tempo fu ripristinato il repertorio marciabile della banda e fu così che il 22 maggio 2008, con una sfilata di presentazione della nuova banda con particolare affidamento a San Domenico nostro Patrono, avvenne il tanto desiderato esordio. Con un grande spirito di abnegazione, lavorando con tenacia e soprattutto nel silenzio, questa grande famiglia musicale tra pochi giorni festeggerà il decimo anniversario della sua fondazione.

La banda è l’espressione più allegra e festante dell’arte di una città. E il risultato più grande di questi primi dieci anni, contrassegnati dalla presenza di circa 50 giovani augustani che hanno, in diverso modo, contribuito a rendere viva la più antica istituzione musicale di Augusta, è stato quello di restituire alla città le note ed i volti appartenenti alla tradizione bandistica augustana fatta di aneddoti e storie che hanno da sempre legato la banda alla storia della Città di Augusta. Durante questi primi anni di attività è stato possibile inoltre rendere onore al compianto ed amato M° Giuseppe Passanisi, il maestro di musica per eccellenza di tutti gli augustani, con l’incisione di un cd contenente alcune marce della tradizione del Venerdì Santo di Augusta, a conclusione di un lavoro di ripristino e rivalutazione che ha reso “immortale” questo grande patrimonio culturale.

Oggi, in qualità di maestro pro-tempore della Banda Città di Augusta, sento forte il desiderio di dire pubblicamente “grazie” al mio amico di sempre Emanuele Di Grande, a tutta la mia famiglia, al Presidente M° Simone Nicotra, all’attuale direttivo, ad ogni singolo componente e a tutti i cittadini che anche con un semplice sorriso hanno voluto sostenerci. La rinascita della banda di Augusta è stata per me un’enorme esperienza di vita e di musica e sarò sempre fiero di averla vissuta rimanendovi fedelmente legato, con la certezza che questa realtà rappresenterà ancora una volta la culla per molti musicisti augustani. Far parte della banda, anche per un solo giorno, vuol dire innamorarsene per sempre. Il mio affettuoso pensiero infine va a Vito, a Ottavio e a tutti i nostri valorosi e storici musicisti in paradiso che, sono sicuro, giorno 20 maggio mattina in occasione dell’esibizione al Palco della Musica, indosseranno la divisa alla quale sono stati legati tutta la vita, facendo sentire ancora una volta la loro presenza in mezzo a noi e riempiendo di gusto quel “caffè bandistico” da cui tutto è nato. Viva Augusta e viva la sua amata banda!“.


In alto