News

Emergenza idrica, comitato spontaneo di residenti dell’Isola presenta esposto ai carabinieri

AUGUSTA – Questa mattina una quarantina di persone si è ritrovata spontaneamente in piazza Carmine, dinanzi alla caserma sede della Compagnia dei Carabinieri, per presentare un esposto sulla nota vicenda del disservizio idrico che, da cinque giorni, sta interessando quasi interamente l’Isola.

Il comitato spontaneo vede cittadini, esercenti attività commerciali, genitori di alunni delle scuole comunali. Il disagio viene ritenuto aggravato dalla “mancata tempestiva comunicazione dell’interruzione dell’erogazione, nonostante fosse prevista dalla “carta del servizio”“.

Nell’esposto, come viene reso noto attraverso un comunicato, si riporta la cronologia del disservizio che ha lasciato a secco i rubinetti di larga parte del centro storico: “Domenica si è verificato il guasto a una pompa del pozzo, lunedì non c’è stato nessun intervento, la ditta incaricata ha iniziato l’intervento solamente martedì mattina, durato circa 30 ore. La prima comunicazione ufficiale sul sito del Comune è stata pubblicata martedì alle ore 17,20 quando oramai la maggior parte degli utenti avevano esaurito anche le scorte. Molti esercizi commerciali hanno fatto ricorso alle autobotti private per non chiudere le attività. Dopo la sostituzione della pompa l’erogazione dell’acqua era stata ristabilita, però con una pressione insufficiente a servire tutte le abitazioni della parte nord-est dell’isola“.

Diversi cittadini radunatisi questa mattina stanno valutando la possibilità di dare mandato a un legale per chiedere un risarcimento dei danni, attraverso una eventuale class action.

(Foto in evidenza: generica)


In alto