Politica

Estate augustana a cura di commercianti e privati, Fratelli d’Italia: “C’è interesse pubblico, Comune ha obbligo sociale di concedere alcune esenzioni”

AUGUSTA – Due gli eventi agostani che hanno riportato migliaia di persone nel centro storico, nell’Isola da diversi anni tristemente orfana della movida estiva, entrambi ad opera e a spese di “privati”. Il primo, il 12 agosto, è stato il concerto “Yap we rock!” offerto dal tenore Marcello Giordani, con la sua accademia musicale e la partecipazione straordinaria del cantante Lorenzo Licitra. Il secondo, lo scorso sabato, l’evento “Mercatino e sapori sotto le stelle” allestito dal Comitato commercianti Augusta.

Anche Brucoli, il borgo marinaro che ogni estate riesce a rilanciarsi, con una stagione ancora in corso ritenuta dagli operatori molto positiva, ha visto imponenti e partecipati eventi tutti ad opera di “privati”, dallo stesso Giordani all’associazione culturale “Brucoli”, costituita in larga parte da commercianti, passando per l’associazione storico-culturale “La Gisira di Brucoli”, oltre ovviamente al comitato organizzatore e alla parrocchia che hanno dato vita alla intensa settimana di festeggiamenti in onore di San Nicola, protettore del borgo.

È Fratelli d’Italia, attraverso una nota congiunta dei coordinatori cittadini Marco Failla ed Enzo Inzolia e della dirigente Mariada Pansera, a rilevare come ad Augusta si sia “giunti oramai alla quarta stagione estiva consecutiva privi di un cartellone di eventi da parte dell’amministrazione comunale“, evidenziando in merito alle iniziative agostane in centro che “nonostante entrambi gli eventi abbiano portato nella centralissima piazza Duomo migliaia di augustani, qualcosa stride (almeno col buon senso) a causa dell’interesse pubblico che il Comitato commercianti riesce sempre a veicolare“.

In riferimento al “Mercatino e sapori sotto le stelle” (nella foto in evidenza), il circolo cittadino del partito di Giorgia Meloni specifica: “Il problema sta proprio nel mancato riconoscimento di questo “interesse pubblico” che l’amministrazione pentastellata non ha riconosciuto all’evento del Comitato commercianti, che ha visto proprio gli stessi farsi carico di tutte le spese: fornitura di energia elettrica, suolo pubblico e prestazione di lavoro straordinaria per i sei vigili urbani impiegati durante l’evento (la cui retribuzione, secondo la legge che la disciplina, dipenderebbe dal riconoscimento della rilevanza pubblica dell’evento stesso)“.

Pertanto, per Fratelli d’Italia “il Comitato commercianti può essere una risorsa per il comune, e non una passività, e per questo motivo l’ente comunale ha l’obbligo sociale, e dal nostro punto di vista anche giuridico, di concedere il patrocinio in forma onerosa attraverso l’esenzione (almeno) dal pagamento del suolo pubblico“, aggiungendo che “il servizio svolto nei confronti del territorio non si misura sempre in denaro, ma anche nel beneficio che la cittadinanza trae dalla realizzazione di alcuni progetti, concetto questo ben espresso nello Statuto del Comune di Augusta all’articolo 5, nei numeri da 10 a 14“.

Così i tre esponenti politici formulano la proposta: “Fratelli d’Italia, auspicando che i commercianti del centro storico e degli altri quartieri di Augusta (Borgata, Brucoli) possano realizzare sempre nuove iniziative di pubblica rilevanza, invita questa amministrazione a voler prendere in esame (e fare un esame di coscienza) la possibilità di esentare i commercianti dal pagamento della tassa sul suolo pubblico e/o altre tasse previste, facendosene carico al fine di non far demordere, da questa lodevole e ardua iniziativa, chi riesce a donare alla città qualcosa che dovrebbe essere, invece, messa a disposizione dall’amministrazione“.


In alto