Eventi

Eventi tra “Madri, dee e sirene” nel weekend, Augusta riscopre la sirena di Tomasi di Lampedusa

AUGUSTA – Ieri pomeriggio, la conferenza stampa di presentazione della “due giorni” organizzata in città dall’Archeoclub sede di Augusta in collaborazione con Naxoslegge, dal titolo “Madri, dee e sirene. Miti e simboli del femminile tra antico e moderno” si è svolta nella centrale sede dell’associazione filantropica “Umberto I”, concessa dal presidente Mimmo Di Franco. L’evento avrà luogo sabato 27 e domenica 28 gennaio e sarà arricchito da due mostre di Alessandro La Motta, pittore riminese di origini siciliane.

Lo scopo per cui abbiamo deciso di organizzare questo evento”, ha affermato Mariada Pansera, presidente dell’Archeoclub sede di Augusta, “è legato alle vicende archeologiche che si stanno susseguendo in Sicilia, ed è volto alla riscoperta del nostro patrimonio”. Concetto confermato da Giuseppe Carrabino che, a margine della conferenza, ha espresso in sintesi come “questi due giorni sono un’esaltazione delle bellezze di Augusta”. Lo svolgimento delle due giornate è stato illustrato da Mariada Pansera, affiancata da Loredana La Malfa e Salvo Carrà, rispettivamente segretaria e vicepresidente di Archeoclub Augusta. A legare al territorio la recente riscoperta del racconto lungo Lighea, di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, con le successive mostre, già note, e pubblicazione, inedita, il nesso letterario tra la sirena protagonista e la costa augustana.

Sabato 27, a partire dalle ore 10,30 fino alle 12,30 e dalle 17 alle 20, presso la stessa sede dell’associazione filantropica insistente sulla piazza Duomo, sarà allestita la mostra “Dee madri”, che potrà essere visitata anche l’indomani dalle ore 10 alle ore 12. Sempre il sabato, dalle ore 17 alle ore 19,30 presso palazzo Omodei-Migneco, sarà allestita l’esposizione di “Lighea – Il mito e la sirena”, mostra che sarà riproposta domenica negli stessi locali dalle 17 alle 19,30.

Nella sede dell’associazione filantropica, nella serata di sabato, sono altresì previsti diversi interventi. Quello dell’archeologa Serena Raffiotta sull’argomento dal titolo “L’isola delle dee”, trattando un percorso dal periodo classico del mito al periodo contemporaneo del rito. A seguire, Alessandro La Motta e Giuseppe Carrabino sia sul tema “Dee madri – Dal mito al rito” che sul focus locale, oltre il capolavoro letterario di Tomasi di Lampedusa, con “Miti, riti e leggende delle donne di Augusta”.

Domenica 28, ore 18,30 a palazzo Omodei-Migneco verrà presentato per la seconda volta ad Augusta il catalogo d’arte “Lighea. Il mito e la sirena” nato dall’incontro tra il pittore riminese La Motta e il grafico augustano Attilio Patania. Interverranno: Marinella Fiume curatrice del catalogo, Alessandro La Motta artista e autore della mostra “Lighea”, Mariada Pansera curatrice del catalogo, Fulvia Toscano direttore artistico di Naxoslegge.

Incontri e mostre sono aperti al pubblico e ad ingresso libero, ma per l’evento domenicale, data la limitata capienza di palazzo Omodei, è preferibile prenotarsi tramite il numero telefonico indicato nella locandina pubblicitaria dell’evento.


In alto