PUBBLICITÀ ELETTORALE
Blog

Fragile / Pesante e leggero

FRAGILE di Elisabetta Ternullo

Scoprirai che il delirio nel rosso del cuore

porta fardello e leggerezza.

Neppure il dubbio graffia come l’amore,

neppure il suo imperterrito modo

di puntarti le iridi contro,

neppure queste stelle alte e pungenti,

neppure il suo parlare dolce,

né i cristalli di neve che fioccano

sul margine di una bocca di fuoco,

né la vertigine del suo corpo.

E alzerai mura,

erigerai fortezze

e crederai di salvarti

se balli da sola:

ma l’amore è potenza che abbatte.

Niente graffia come il miele dell’amore,

niente guarisce e schernisce oltre,

niente s’addentra più in là.

E il tuo castello di sabbia

non chiederà che d’essere scosso

da questa ostinata onda intensa

d’estasi e delirio

nel rosso fuoco fragile

del cuore.

PESANTE E LEGGERO di Marcella Di Grande

(Tratto da L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera)

Ma davvero la pesantezza è terribile e la leggerezza meravigliosa?

Il fardello più pesante ci opprime, ci piega, ci schiaccia al suolo. Ma nella poesia d’amore di tutti i tempi la donna desidera essere gravata dal fardello del corpo dell’uomo. Il fardello più pesante è quindi, allo stesso tempo, l’immagine del più intenso compimento vitale. Quanto più il fardello è pesante, tanto più la nostra vita è vicina alla terra, tanto più è reale e autentica.

Al contrario, l’assenza assoluta di un fardello fa sì che l’uomo diventi più leggero dell’aria, prenda il volo verso l’alto, si allontani dalla terra, dall’essere terreno, diventi solo a meta reale e i suoi movimenti siano liberi quanto privi di significato.

Che cosa dobbiamo scegliere allora, la pesantezza o la leggerezza? Cos’è positivo, la pesantezza o la leggerezza?

Parmenide rispose: il pesante è negativo e il leggero è positivo. Aveva ragione oppure no? Una sola cosa è certa: la magia pesante-leggero resta la più misteriosa che genera tutti gli opposti.

(Foto in evidenza: Rina Spinali)

Il Blog di poesia e prosa Le Ali di Icaro a cura di Elisabetta Ternullo e Marcella Di Grande per La Gazzetta Augustana.it


PUBBLICITÀ ELETTORALE
In alto