Cronaca

Furti da auto davanti al cimitero di Augusta, la Polizia esegue due arresti

AUGUSTA – Ieri, domenica mattina, a seguito di un’attività d’indagine iniziata nel maggio scorso, agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Augusta, hanno arrestato il 31enne Vincenzo Ossino, già noto alle forze di polizia, e il 37enne Nunzio Russo, entrambi residenti a Carlentini, per il reato di furto aggravato in concorso. I due arrestati avrebbero rubato una borsa da un’autovettura in sosta nel piazzale adiacente al cimitero di Augusta, dopo avere forzato la portiera della stessa.

Le indagini vennero avviate per le numerose denunce presentate da cittadini augustani, principalmente anziani, stanchi di subire il danneggiamento delle proprie autovetture e il furto degli oggetti custoditi, mentre le vittime si trovavano all’interno del cimitero in visita ai propri cari defunti. E la relativa attività d’indagine, condotta anche con l’ausilio tecnologico, ha permesso di acquisire precise prove contro i due arrestati.

Pertanto, ieri, gli investigatori del Commissariato di Augusta hanno organizzato un apposito servizio per fermare i due presunti ladri, con l’arresto eseguito sulla Strada statale 193, all’ingresso della città. L’immediata perquisizione personale, estesa all’autovettura, ha permesso di rinvenire una borsa trafugata poco prima, oltre a una candela con punta in ceramica presumibilmente adoperata dai malviventi per frantumare i finestrini delle autovetture.

I due carlentinesi, dopo le incombenze del caso, sono stati posti agli arresti domiciliari.


In alto