Eventi

Gifra di Augusta, “marcia della gioia” in centro storico e tavole rotonde per il 25° compleanno

AUGUSTA – Il prossimo sabato 23 dicembre, la Gioventù francescana riunita nella fraternità “Gi.Fra” celebrerà il 25° anniversario della sua rifondazione ad Augusta. A darne l’annuncio è la presidente Melinda Rizza. L’iniziativa per l’occasione ha per titolo “Esci, vedi, chiama”, tratto dal messaggio di indizione del prossimo Sinodo sui giovani in programma nel 2018, che intende accogliere l’invito del Papa a vivere la propria gioia cristiana non soltanto all’interno delle chiese ma per le strade e fra la gente.

L’inizio della giornata è previsto in chiesa Madre e in piazza Duomo, dove ad accogliere i partecipanti ci sarà l’arciprete don Palmiro Prisutto. Ad animare il tutto è stata chiamata la Pastorale giovanile vocazionale della Provincia Cappuccina con a capo fra Francesco Bellaera. Una “marcia della gioia” si snoderà lungo tutta via Principe Umberto fino alla chiesa del Cristo Re, dove fra Francesco si occuperà di un momento formativo intitolato “Riconoscere, interpretare, scegliere”, tre verbi scelti perché “fondamentali per calare i giovani nella realtà contemporanea, piena di insidie ma anche piena di risorse”.

Alle ore 18 tutti gli intervenuti si ritroveranno nella chiesa del Cristo Re per la messa, che per l’occasione sarà celebrata da fra Gaetano La Speme, ministro della Provincia Cappuccina di Siracusa. A seguire è previsto un intenso incontro-confronto attraverso le storie personali di chi ha intrecciato il proprio percorso con l’associazione in questi 25 anni.

Un po’ come una fermata dell’autobus sul quale, con il passare del tempo, salgono vari passeggeri – spiega la presidente Rizza –. Ma l’autobus, la Gi.Fra, resta lo stesso e ognuno, a suo modo, vi resta legato“.

Tra i partecipanti al momento di condivisione, Ottavio Castro (attuale diacono presso la parrocchia Santa Maria del Soccorso), Stefania Quartarone (ministra dell’Ofs di Augusta), Andrea Durante (già segretario regionale dell’Ofs), Giovanna Alicata, Francesco Buonora. Il racconto arriverà fino ai nostri giorni, quando gli attuali responsabili racconteranno com’è la Gi.Fra di oggi. Ospite d’eccezione sarà fra Giovanni Salonia, che in quel 1992 era ministro provinciale.

Naturalmente Giovanni Salonia è stato, per il suo spessore religioso, spirituale, culturale e intellettuale, ben più che un semplice notaio di quella rinascita – aggiunge Rizza –. Giovanni Salonia ha attraversato questi 25 anni con i suoi studi e quindi è un testimone privilegiato di un percorso che dal 1992 ci ha condotti fino ad oggi“.

Ci piace ricordare che nel 1992 era assistente spirituale provinciale della Gi.Fra fra Maurizio Sierna, attuale assistente spirituale regionale dell’Ofs oltre che della Fraternità di Augusta – conclude la presidente della Gi.Fra di Augusta –, ulteriore testimonianza di come il passato e il presente trovino dei ponti nelle persone che vivono il tempo intercorso“.

(Foto in evidenza: repertorio)


In alto