News

Gioco d’azzardo patologico, avviato progetto di sensibilizzazione studenti tramite peer education

AUGUSTA – È in corso al 2° Istituto d’istruzione superiore “Arangio Ruiz” di Augusta un percorso di alternanza scuola-lavoro sul tema del Gap, ovvero il gioco d’azzardo patologico, avviato questo mese e rivolto agli studenti delle classi terze dei tre indirizzi di studio: Istituto tecnico settore Economico, Liceo delle Scienze applicate, Istituto tecnico settore Tecnologico. Un progetto voluto dall’Asp di Siracusa, nella persona di Roberto Cafiso, direttore del Dipartimento dipendenze patologiche, e con il benestare di Grazia Cassarisi, referente dell’Ufficio scolastico regionale Ambito territoriale X.

Il progetto chiamato ”Scommetto su di me” sarà svolto contemporaneamente  in quattro istituti superiori della provincia: oltre al “Ruiz” di Augusta, il “Fermi” di Siracusa, il “Majorana” di Avola e il “Vittorini” di Lentini, con l’obiettivo non solo della prevenzione del Gap, ma soprattutto di sviluppare tra i giovani competenze sulla gestione economico-finanziaria, sull’uso consapevole del denaro, sulla corretta pianificazione del proprio progetto di vita, sulla prevenzione e gestione dei rischi.

Il gioco d’azzardo patologico è una piaga sociale in continua espansione. Occorre perciò aumentare la percezione del rischio attraverso azioni di comunicazione e di prevenzione, indirizzate in modo particolare ai giovani, che costituiscono il target più a rischio.

Per la realizzazione del progetto, curato al “Ruiz” dalla sociologa Enza D’Antoni, dallo psicologo Salvatore Libranti e dall’assistente sociale Conce Florio, con il supporto quali referenti scolastici dei docenti Marinella Strazzulla, Paolo Trigilio e Tiziana Coppola, verrà utilizzata la metodologia della “Peer education“, letterale “educazione tra pari”, uno dei percorsi educativi più promettenti per la promozione di stili di vita sani tra gli adolescenti: i ragazzi apprendono con un approccio non formale, imparano a gestire il confronto diretto con i propri coetanei, con la possibilità di diventare portatori di un messaggio positivo, promuovendo l’adozione di comportamenti responsabili.

Il percorso prevede, inoltre, un laboratorio per la realizzazione di video per la prevenzione del Gap e il migliore tra quelli realizzati in provincia sarà premiato in un evento finale che si svolgerà a Siracusa coinvolgendo tutta la cittadinanza.

La dirigente scolastica del “Ruiz”, Maria Concetta Castorina, ha espresso soddisfazione “per l’intesa tra Asp e Scuola, che ha come obiettivo la crescita umana e professionale dei giovani del territorio augustano“.


In alto