News

Giornata europea del dialogo interculturale al “Ruiz”

AUGUSTA – Si è svolta anche ad Augusta, lo scorso 4 ottobre, come in numerose città europee, un’iniziativa nell’ambito della Giornata europea del dialogo interculturale (Gedi), evento giunto all’undicesima edizione e promosso da Intercultura e dall’Efil (European federation for intercultural learning).

Traendo spunto dall’ “Anno europeo del dialogo interculturale” proclamato dalla Commissione europea per il 2008, la manifestazione di Intercultura ha lo scopo dichiarato di facilitare il dialogo tra le varie nazioni del mondo e combattere ogni forma di pregiudizio e discriminazione.

A promuoverla in città il Centro locale di Intercultura, che ha trovato la disponibilità dell’aula magna dell’Istituto superiore “Arangio Ruiz”, dando vita a un’iniziativa dal titolo “Incontri che cambiano il mondo: una storia per tutta la vita”, che ha coinvolto le seconde e le terze classi del “Ruiz” in un’attività di educazione interculturale, a partire proprio dalle storie degli ex partecipanti al programma di scambi per studio all’estero.

Dopo i saluti della dirigente scolastica, Maria Concetta Castorina, sostenitrice delle esperienze di mobilità studentesca, della presidente del centro locale di Intercultura Augusta, Melania Trigilio, e  della responsabile per la Sicilia e Calabria sud, Mila Montanaro, la manifestazione è stata condotta da Benedetta Nobile, giovane volontaria, anche lei “returnee” nel 2013 dopo un anno in Messico e oggi stagista presso l’Onu.

Coadiuvata da un nutrito staff di volontari, Nobile ha presentato il progetto educativo della onlus, fondato proprio sullo sviluppo delle tesi dell’interculturalismo. In questa direzione si sono aggiunte le testimonianze di  tre studenti dell’ultimo anno del “Ruiz”: Daniele Giustini, ritornato da un anno negli Usa, Federica Ravalli, un anno in Messico, e Chiara Rodo, un anno nella Repubblica Dominicana.

All’iniziativa hanno inoltre preso parte gli “exchange students” ospitati quest’anno ad Augusta: Farras dall’Indonesia, Panchita dalla Thailandia, Aaron dagli Usa, Deborah dal Messico, Valentina dal Portogallo, Madoka dal Giappone.

La mattinata si è conclusa con l’invito agli studenti partecipanti, in vista del nuovo concorso di Intercultura per i programmi di studio all’estero, per l’anno scolastico 2019-2020, a considerare l’esperienza di scambio in un Paese straniero come un investimento per il futuro.


In alto