Sport

Grande calcio a 5 ed emozioni, il Maritime vince il trofeo dedicato ad Enzo Messina

AUGUSTA – Con il calcio d’apertura dato venerdì 23 settembre alle ore 17,30, il “Torneo dell’amicizia” ha intrattenuto gli spettatori del Palajonio fino al sabato sera, con uno spettacolare quadrangolare dedicato alla memoria di Enzo Messina, co-fondatore e storico capitano dell’Asd Villa Passanisi, oggi Maritime, scomparso prematuramente in un incidente stradale nell’aprile del 2007.

Nella prima gara tutta da Serie A2, disputata venerdì, la Meta ha superato l’Augusta 1986 ai calci di rigori per 7-5, dopo i tempi regolamentari chiusi sul 4-4. È stato il neroverde Bagatini a sbagliare il rigore decisivo. Nell’altra semifinale tra le formazioni di Serie B, il Maritime Augusta ha avuto ragione dell’Assoporto Melilli con il risultato di 7-1, determinato dalle due triplette rispettivamente del re dei cannonieri Zanchetta e del bomber Spampinato.

Sabato pomeriggio la finale per il terzo posto tra Augusta 1986 e Assoporto Melilli si è conclusa 4-1. Il quintetto neroverde ha compiuto una rimonta, dopo che nel primo tempo Bocci aveva illuso i melillesi, firmata da Creaco, Jorginho, Soso e Scopelliti.

Il denso pomeriggio è proseguito con la presentazione dell’organico, dello staff tecnico e della dirigenza del Maritime Futsal Augusta, società organizzatrice del torneo, che si appresta ad affrontare il campionato di Serie B da protagonista. Quindi la serata si è chiusa con la spettacolare e vibrante finale che ha visto prevalere un Maritime, già in formato campionato, contro una squadra di categoria superiore e del calibro della Meta (Serie A2). Partita dal ritmo forsennato, con gli etnei a passare in vantaggio, grazie al tiro libero realizzato da Musumeci. Ma il Maritime poi riesce a concretizzare la supremazia nel gioco, con i due gol su tiri liberi di Zanchetta, uno per tempo, intervallati dalla rete di Follador, imbeccato splendidamente da Eric. 3-1 il risultato finale e trofeo che rimane ad Augusta.

Si è trattato di un sabato denso di emozioni anche senza pallone, con la toccante premiazione dei parenti di Enzo Messina (il padre Salvatore, le sorelle Lucia ed Angela), ai quali il presidente del Maritime Giuseppe Ciccarello e il direttore sportivo Giacomo Armellini hanno donato una targa ricordo ed anche la maglia ufficiale con lo storico numero 10, ritirato dopo la prematura scomparsa di Messina. Il presidente della società, che da allora ha portato sulle maglie la scritta “Enzo nel cuore“, ha ricordato che “la società, la dirigenza, la squadra, giorno dopo giorno, devono ispirarsi alla bontà d’animo, alla generosità, all’altruismo e a tutti quei sani valori di cui Enzo è stato nobile ambasciatore“, concludendo: “Le squadre hanno affrontato il torneo con il massimo impegno, offrendo un saggio di quanto possa essere spettacolare il futsal: è questo il modo migliore per ricordare Enzo Messina“.

 


In alto