PUBBLICITÀ ELETTORALE
Salute & Benessere

I disturbi autunnali da stress: i più comuni e come risolverli

Con l’arrivo dell’autunno possiamo dire addio al mare, al sole e al relax. A settembre ricomincia la scuola, il lavoro e ritornano i ritmi frenetici che si avevano prima delle vacanze. È proprio durante il periodo autunnale che possono manifestarsi piccoli disturbi legati soprattutto allo stress, quali dermatite seborroica, mal di testa e mal di pancia. Anche se questi disturbi possono essere piuttosto fastidiosi, si possono contrastare facilmente. Ma passiamo adesso a parlare nel dettaglio di questi disturbi, di cosa sono, di come si manifestano e come curarli.

  • Dermatite seborroica

La dermatite seborroica è una patologia abbastanza comune, che si presenta soprattutto nei periodi particolarmente stressanti e colpisce le zone ricche di ghiandole sebacee, come cuoio capelluto, sopracciglia, orecchie, ascelle ed inguine. La dermatite seborroica si manifesta come un’irritazione della pelle che provoca la comparsa di crosticine untuose di colore giallognolo. La zona maggiormente colpita dalla dermatite è il cuoio capello, perché risulta essere il terreno ideale per la proliferazione del fungo responsabile della dermatite, il Malassezia furfur. Inoltre la dermatite seborroica può provocare anche la caduta dei capelli, motivo per cui a volte viene confusa con l’alopecia. Per quanto riguarda invece le eruzioni cutanee, queste risultano essere molto simili alla rosacea. Quindi è molto importante la giusta diagnosi prima di poter contrastare il disturbo. Per contrastarne i sintomi esistono sia dei prodotti appositi per lavare i capelli sia creme che, come quella di Lichtena, servono a sedare i sintomi della dermatite seborroica, in quanto oltre ad avere un’azione antiossidante contengono anche elementi idratanti ed emollienti.

  • Mal di testa

A tutti capita di avere mal di testa, ma questo disturbo spesso non viene compreso o curato adeguatamente perché non se ne riesce a capire la causa. Il mal di testa provoca un dolore che può essere di lieve, di media e di bassa intensità. Può essere di tipo saltuario o cronico, si parla di mal di testa cronico quando compare per più di 15 giorni al mese. Ci sono molte correlazioni tra il mal di testa e lo stress: uno stile di vita particolarmente stressante o un evento, che sia positivo o negativo, molto stressante può favorire la comparsa di questo fastidioso disturbo, che in alcuni casi può essere invalidante. La miglior terapia, in questo caso, è quella di imparare a gestire lo stress.

  • Mal di pancia da stress

La pancia è il nostro secondo cervello, o almeno c’è un detto che recita così, ma la verità è che l’intestino e il cervello si influenzano a vicenda. In un periodo particolarmente stressante si possono avvertire problemi gastro-intestinali come gonfiori e dolori più o meno forti. Questo accade perché l’intestino contiene il maggior numero di batteri presenti nel nostro corpo ed è in grado di produrre sostanze che influenzano anche l’umore, come la serotonina, la cui produzione dipende anche dal grado di stress. Non esiste una terapia specifica per questo disturbo, ma per migliorare i sintomi bisogna condurre uno stile di vita regolare e quanto più rilassato possibile.


PUBBLICITÀ ELETTORALE
In alto