Cultura

Il mito della sirena Lighea lega Augusta e Riccione

AUGUSTA – Nel corso della Notte bianca del Liceo classico “Megara” svolta lo scorso 12 gennaio (vedi articolo), inserita nell’iniziativa nazionale che ha coinvolto oltre quattrocento licei classici, è stato presentato il catalogo “Lighea – Il mito e la sirena”, realizzato con la collaborazione tra “Naxoslegge”, festival itinerante della lettura, e il pittore riminese Alessandro La Motta, che ha dedicato trenta tele alla sirena di Giuseppe Tomasi di Lampedusa.

Ben si è collocato in una serata di recupero della cultura e della formazione classica il progetto di Naxoslegge denominato “In viaggio con Tomasi”, ideato da Fulvia Toscano e Maria Antonietta Ferraloro, il cui obiettivo è quello di celebrare uno dei giganti della letteratura siciliana del Novecento, Giuseppe Tomasi di Lampedusa. E lo fa proprio in questo biennio 2017-2018, un duplice anniversario, questo, che celebra i 60 anni dalla morte del famoso scrittore siciliano e i 60 anni dalla prima pubblicazione, postuma, de Il Gattopardo, il romanzo che attribuì a Tomasi fama mondiale.

“In viaggio con Tomasi” fa tappa in tutti i luoghi che furono cari allo scrittore tracciandone una “topografia dell’anima”; alla ricerca del “genius loci”, dell’anima dei luoghi: si parte da Ficarra, sui Nebrodi, per passare da S. Margherita del Belice, Donnafugata e approdare ad Augusta, cui Tomasi è fortemente legato grazie al suo racconto lungo, Lighea.

È infatti proprio con Lighea che Naxoslegge ha avuto quest’anno l’occasione di partecipare alla notte bianca di ben due licei classici siciliani, il Liceo “Maurolico” di Messina ed il Liceo “Megara” di Augusta, dove hanno presenziato rispettivamente le docenti Fulvia Toscano, direttore artistico di Naxoslegge, e Mariada Pansera, referente di Naxoslegge ad Augusta.

Il catalogo contiene la stampa delle trenta tele di La Motta, ed anche i contributi scritti delle due docenti Toscano e Pansera, di Marinella Fiume (scrittrice siciliana), di Giusy Sirena (assessore alla cultura del comune di Augusta) e infine dallo stesso artista Alessandro La Motta, in un progetto grafico di Attilio Patania.

Copia della pubblicazione è stata donata dalle due docenti Toscano e Pansera, lo scorso martedì, a Gioacchino Lanza Tomasi, figlio adottivo di Tomasi di Lampedusa, il quale ha apprezzato il catalogo e inoltre confermato quanto Tomasi custodisse gelosamente Augusta nel suo animo. Prossima presentazione del volume con Augusta sullo sfondo, martedì 16 gennaio, al Teatro “Tondelli” di Riccione dove, a seguire, l’attore Luca Zingaretti si esibirà nella lettura dell’ormai celebre racconto lampedusiano.


In alto