Politica

Incarico all’avvocato siracusano Coppa diventa un “caso” politico

AUGUSTA – È nato un caso politico dalla delibera di giunta dello scorso 13 novembre con la quale l’Amministrazione pentastellata ha sostituito il difensore del Comune nel procedimento pendente del “ricorso Oikothen” promosso dall’ente dinanzi al Tar di Catania, incaricando l’avvocato siracusano Pietro Coppa (il quale aveva già dato disponibilità formale il 13 ottobre scorso), che è anche assessore all’Ecologia della giunta Garozzo, sindaco renziano di Siracusa.

Il procedimento, si ricorda, riguarda il ricorso promosso dal Comune due anni fa avverso il decreto di rilascio dell’Aia (Autorizzazione integrata ambientale) all’Oikothen, emanato dall’allora commissario ad acta (nominato dallo stesso tribunale amministrativo e insediatosi all’inizio del 2015), per la realizzazione di una piattaforma polifunzionale integrata per rifiuti pericolosi e non in contrada Mendola.

Dopo gli interrogativi posti dai vertici provinciali di Articolo uno – Mdp, con il deputato nazionale Zappulla e i consiglieri comunali Princiotta e Triberio (vedi articolo), ipotizzando una sorta di commistione politica tra gli esecutivi del sindaco pentastellato Di Pietro, di Augusta, e del primo cittadino renziano Garozzo, del capoluogo aretuseo, intervengono anche i vertici locali di Forza Italia.

Scrivono in una nota congiunta il consigliere comunale forzista Enzo Canigiula e il coordinatore cittadino del partito Andrea Timmonieri: “Osserviamo un nutrito accanimento contro i professionisti augustani da parte del locale Movimento 5 stelle, accanimento da parte di questa amministrazione che siamo certi non combacia col pensiero di chi ha riposto fiducia in loro. Dopo aver nominato l’assessore Canto al bilancio e Dimauro come consulente alle finanze, oggi viene affidata la difesa del Comune nella vicenda Oikothen all’avv. Coppa, già assessore all’ecologia della giunta Garozzo, un ulteriore uomo del Partito democratico è stato preso in forza da parte del sindaco Di Pietro, che a questo punto deve chiarire la sua posizione, soprattutto nei confronti del suo elettorato, alla luce di un evidente governance del Comune di Augusta a trazione renziana. Più si va avanti e più cominciamo a nutrire dubbi sulle reali prese di posizione contro i rappresentanti del governo, tutti Pd, che stanno provando a impoverire il nostro territorio“.


In alto