Salute & Benessere

Influenza invernale, dritte e consigli della farmacista-blogger

L’influenza invernale è uno di quegli appuntamenti ai quali non ci si vorrebbe mai presentare. Eppure ogni anno è sempre lì, puntuale, costringendo un numero rilevante di persone a letto. Con il calo delle temperature, l’inverno porta con sé anche questi acciacchi, che impongono per giorni l’astensione dal lavoro e spesso l’assunzioni di farmaci per cercare di guarire nel minor tempo possibile.

Stando alle previsioni emerse dal tradizionale convegno nazionale di Assosalute (l’Associazione nazionale farmaci di automedicazione, parte di Federchimica), ben 5 milioni sono gli italiani a rischio influenza questo inverno. Pertanto, è importante sapere come riconoscere i sintomi dell’influenza e come curarla o, nella migliore delle ipotesi, prevenirla.

Secondo le previsioni dell’Istituto superiore di sanità, l’inverno 2018-2019 vedrà in azione soprattutto il virus B e l’AHN1 ed è importante sapere come affrontare la situazione. Gli esperti ricordano che l’influenza è una patologia contagiosa ed è importante prendere tutte le precauzioni possibili, specialmente se si è soggetti a rischio. Il contagio avviene solitamente attraverso il contatto con muchi e saliva, ma anche a causa del contatto diretto con mani sporche e contaminate da secrezioni nasali.

Cosa fare per cercare di arginare la situazione e per curarla nel migliore dei modi? Lo abbiamo chiesto alla Dottoressa Maria Carrano farmacista e fondatrice del sito Salutarmente.it, che ci ha spiegato come si devono prendere le dovute precauzioni e si deve cercare di agire sia sulla causa che sui sintomi dell’influenza. Si tratta di una giovane farmacista e blogger, laureata con lode in Farmacia presso l’Università degli studi di Salerno con una tesi sperimentale in Chimica farmaceutica sulle proprietà terapeutiche della curcuma e fondatrice del frequentatissimo blog divulgativo.

Quali sono i rimedi naturali per combattere influenza, mal di gola e tutti i malanni tipicamente invernali?

L’influenza invernale, con tutti i suoi sintomi, è un qualcosa che ritorna ogni anno, sempre in maniera puntuale e tanti sono gli italiani che vengono colpiti. In questo 2018-2019 si parla di una intensità media dell’epidemia ma, in ogni caso, si prevede che circa 5 milioni di italiani prenderanno l’influenza. Per questo è utile sapere in anticipo come muoversi e cosa fare per stare meglio nel minor tempo possibile.

In natura ci sono dei prodotti che hanno delle caratteristiche simili a quelle degli antibiotici e, pertanto, ci si può aiutare con i rimedi naturali. Se l’influenza porta con sé tosse, mal di gola e problemi alle prime vie respiratorie, è possibile utilizzare il miele, un potente antibatterico naturale, così come lo è anche il limone. Anche lo zenzero e l’aglio sono due rimedi naturali da prendere in considerazione in caso di influenza.

Tra i farmaci, è preferibile scegliere l’Aspirina o la Tachipirina?

Sebbene si tratti di prodotti con principi attivi differenti, possiamo dire che gli effetti di questi due medicinali, tra i più famosi per la cura dell’influenza, sono più o meno gli stessi. Tuttavia, ci sono dei casi in cui è preferibile prendere l’uno e altri in cui, invece, si dovrebbe optare per l’altro. Ad esempio, l’Aspirina è da consigliare in caso di naso chiuso e congestione nasale, mentre la Tachipirina, a base di paracetamolo, serve soprattutto in caso di febbre alta e per ridurre il fastidio e i dolori degli stati influenzali.

Inoltre, la Tachipirina può essere tranquillamente utilizzata in gravidanza, mentre l’Aspirina no.

Possono essere utili gli integratori alimentari, anche per cercare di prevenire?

Possono costituire un aiuto, ma è bene agire con consapevolezza nella scelta. I due che consiglio sono l’Echinacea purpurea e la vitamina C da assumere con cicli di tre mesi nell’arco dell’anno. Anche gli integratori alimentari a base di Zinco sono molto validi al fine di potenziare le difese immunitarie ed evitare il contagio del virus.


In alto