News

La “Società augustana di storia patria” al primo atto ufficiale. Eletti i vertici, Carrabino presidente

AUGUSTA – Lo scorso giovedì 18 gennaio si sono riuniti i soci fondatori della “Società augustana di storia patria” e si è ufficializzata la nascita della Società con l’approvazione dello Statuto. Il Consiglio direttivo ha votato, eleggendo all’unanimità Giuseppe Carrabino presidente, Salvatore Romano vicepresidente e Carmela Mendola segretaria. Lo si apprende da un comunicato sottoscritto dalla neo segretaria Mendola.

Fissati i termini per il coinvolgimento di altri studiosi, cultori di storia patria o semplici sostenitori: “Si è stabilito che la Società è aperta a chiunque voglia iscriversi. Con il versamento di una quota sociale annuale sarà possibile acquisire il diritto di socio Sostenitore e/o Corrispondente, senza diritto di voto e, nel prosieguo, presentando la domanda anche di socio Ordinario, con diritto di voto. Potranno far parte della Società augustana di storia patria anche i soci Benemeriti, ovvero coloro i quali contribuiranno in vario modo alle finalità statutarie e i soci Onorari, cioè personaggi del mondo accademico che collaborano e onorano la Società augustana di storia patria con i loro studi, ricerche e pubblicazioni“.

Ci sarà anche una pubblicazione periodica, chiamata “Bollettino della Società augustana di storia patria”, identificata con codice Isbn, non in vendita bensì riservata ai soci.

Nel comunicato si riferisce anche della partecipazione a una prossima assemblea regionale a Catania: “Nel corso dell’incontro è stata data lettura dei messaggi di auguri e congratulazioni per l’istituzione della Società pervenuti da cittadini residenti, da augustani emigrati e dai soci onorari che hanno incoraggiato nel corso degli anni l’istituzione. Ultimo in ordine di tempo il prof. Uccio Barone, direttore del Dipartimento di Scienze politiche dell’Università di Catania nonché presidente della Società di storia patria per la Sicilia orientale, che ha invitato la Società al primo appuntamento che vedrà riunite a Catania le Società di storia patria della Sicilia“.

Nei prossimi giorni il Consiglio direttivo tornerà a riunirsi per l’elaborazione del programma di attività dell’anno sociale.

Questo l’invito rivolto ai cittadini augustani: “Si invita la cittadinanza tutta a partecipare in prima persona alla vita della Società augustana di storia patria, apportando il proprio contributo in termini di conoscenze, studi e ricordi vari, perché la nostra identità possa essere sempre ravvivata e il patrimonio immateriale rinvigorito dall’apporto di tutti gli abitanti di Augusta, chiamati a porsi in prima linea, orgogliosi delle proprie origini“.

(Foto in evidenza: repertorio)


In alto