- La Gazzetta Augustana - http://www.lagazzettaaugustana.it -

L’Atletica Augusta celebra i 30 anni e rilancia. Tra vecchie e nuove glorie, la scuola di atletica leggera

AUGUSTA – Si sono conclusi domenica, 17 dicembre, i festeggiamenti per i trent’anni di attività sportiva dell’Asd Atletica Augusta, guidata dal neo presidente Domenico Scali, con una manifestazione mattutina in piazza Duomo.

Di scena una serie di gare con protagonisti i bambini e i ragazzi della scuola di atletica leggera. La prima gara ha visto i “piccolini” cimentarsi in un percorso misto a tempo. A seguire, i più grandi hanno dato vita ad una staffetta che prevedeva il giro della piazza Duomo; poi è toccato ai velocisti (50 mt). Per finire, una gara esibizione di salto in alto con la partecipazione oltre che degli atleti neroverdi anche di ragazzi siracusani, che ha visto segnare quale migliore misura i 155 cm.

È stata allestita anche una mostra fotografica sulle attività svolte in questi trent’anni, con foto e articoli di stampa riguardanti il periodo a ridosso della fondazione e i primi atleti, scatti riguardanti il periodo d’oro in cui il professor Gianino formò una squadra capace di vincere il campionato regionale assoluto, altre foto delle maratone e gare svolte in giro per il mondo. In particolare delle venti maratone portate a termine (l’ultima quella di Verona, un mese fa) dal veterano Carmelo Casalaina, che oltre ad essere uno dei primi atleti della formazione neroverde è stato anche per tanti anni dirigente ed organizzatore della “Stramegara”, fissata per la sua diciottesima edizione il prossimo 20 maggio. Foto di tutti i componenti della squadra, foto dedicate a vecchie e nuove glorie della società tra cui Johnny Di Vico, grande atleta che si è cimentato nella specialità dei 110 ostacoli e che ha raggiunto anche una finale nazionale assoluti, e Luigi Spinali, atleta di punta che ancora oggi miete vittorie e porta in alto i colori dell’atletica Augusta. Foto del dirigente uscente Lino Traina, che è stato uno dei soci fondatori della società e uno dei primi allenatori di atleti che ancora oggi, come Casalaina e Dragà, fanno parte della compagine neroverde.

Immortalata nella galleria fotografica la scuola di atletica leggera che da oltre cinque anni annovera la presenza di una cinquantina bambini, che in questi ultimi anni hanno svolto l’attività presso la scuola “Arangio Ruiz” e partecipato a gare in ambito provinciale. È ritenuta il fiore all’occhiello dell’Atletica Augusta, come conferma il suo responsabile Lino Traina, coadiuvato dagli insegnanti Gianino, Costa, De Luca, Salerno, Monticciolo.

L’atletica e più in generale lo sport quali ambiti privilegiati di crescita, cruciali nella formazione del carattere e della personalità, insomma. Argomentazioni esposte anche giovedì scorso, 14 dicembre nell’auditorium “Liggeri” di palazzo San Biagio, dove si era svolta la conferenza stampa che apriva i festeggiamenti del trentennale, a cui hanno partecipato vecchie glorie della società e amici della atletica siracusana, tra gli altri il presidente della Fidal, Salvo Imbesi, e il consigliere del Coni, Nuccio Solano, e a cui è intervenuta anche il sindaco Cettina Di Pietro. La serata, aperta dal neo presidente Domenico Scali, ha visto la presentazione del direttivo composto da Ballotta, Maiolino, Pugliares. In quell’occasione è stato premiato il presidente uscente Pino Celano, che ha ringraziato la società per i dieci anni condivisi, ricordando l’amico e maratoneta scomparso Salvo Greco. Premiati anche chi lo ha preceduto, il presidente Sebastiano Di Mare, che assunse l’incarico dopo il presidente fondatore Tina Pugliares, e Toni Liuzzo, atleta attualmente in forza all’Asd Atletica Augusta, che da anni collabora con la società, di cui sono stati ricordati i trascorsi come atleta professionista componente della squadra Cover Verbania e della Aeronautica.

Era stato Lino Traina a condurre la “maratona” dei ricordi attraverso le tre decadi, sottolineando un evento, che resterà indelebile: l’organizzazione del campionato italiano 50 km di marcia, a cui hanno partecipato i sodalizi sportivi nazionali più importanti e le vecchie glorie della marcia nazionale, tra cui Gianni Perricelli (vicecampione del mondo), Erika Alfridi (vicecampionessa europea) e la compianta campionessa mondiale Annarita Sidoti.

La corsa in questi trent’anni ha contribuito alla formazione del carattere e della persona, ha dato grandi opportunità e ha reso ognuno di noi più equilibrato e autonomo, consapevole dei propri mezzi, capace di amministrare le proprie forze ed utilizzarle positivamente anche fuori dall’ambiente sportivo. E sicuramente, attraverso gli allenamenti e le gare, il confronto diretto con gli avversari e il rispetto delle regole sportive hanno contribuito a renderci migliori“. Questo il pensiero di Lino Traina, a cui spetta l’onere della formazione delle nuove generazioni di podisti augustani.