News

Lions club e “Ruiz” con Dante rivitalizzano un’area dei giardini pubblici

AUGUSTA – In un pomeriggio quasi estivo, tra il verde dei secolari alberi dei giardini pubblici, lo scorso martedì 16 maggio, si è svolta la manifestazione culturale “Un’ora con Dante”, organizzata dal locale Lions club dinanzi al monumento a Dante, con la collaborazione di docenti e studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Arangio Ruiz” di Augusta.

In apertura di evento, il sindaco Cettina Di Pietro ha simbolicamente “inaugurato” l’area riqualificata la scorsa settimana grazie all’iniziativa del club service ed ha invitato lo stesso club ad adottare permanentemente il monumento, già storico dono del Lions al Comune. L’invito è stato prontamente accolto dal presidente Lions Maurizio Vaccaro.

Successivamente le docenti del “Ruiz” Anna Belluso e Stefania Anfuso hanno trattato il tema dell’attualità di Dante, del suo essere buon cittadino, l’approfondimento del rapporto tra etica e politica e la necessità, oggi ancora più attuale ma rivoluzionaria per l’epoca, di scindere potere politico e religioso. È stata poi la volta di Alice Bertuccio, Daniela Morello ed Elena Tringali, accompagnate da Carlo Baudo alla chitarra, tutti studenti del “Ruiz” di Augusta, che hanno deliziato il folto pubblico presente con la recitazione di alcuni brani tratti dalla Divina Commedia.

Calorosi e numerosi gli applausi del pubblico presente, che ha mostrato apprezzamento per le diverse performance artistico-letterarie. Al termine della manifestazione, il presidente Maurizio Vaccaro ha espresso grande soddisfazione: “Il successo di questa iniziativa conferma che Augusta è una città pronta per affrontare importanti sfide culturali e noi Lions, da buoni cittadini, intendiamo riappropriarci, difendere e tutelare gli spazi pubblici di pregio che ne costituiscono l’identità, coinvolgendo soprattutto i giovani. Grazie alla collaborazione dell’Amministrazione e del dirigente scolastico del “Ruiz”, prof.ssa Maria Concetta Castorina – ha concluso – siamo riusciti a confezionare un evento culturale di pregio“.


In alto