Politica

Lo sfogo del neo assessore Canto: “Congetture sulla mia nomina, è fantapolitica”

AUGUSTA – È stato accostato politicamente in questi giorni da alcune fonti di stampa ed esponenti politici, in provincia, al sindaco Giancarlo Garozzo, primo cittadino siracusano del Pd di area renziana. “Congetture“, “illazioni“, “fantapolitica“, replica e smentisce a mezzo social network il diretto interessato, il commercialista aretuseo Giuseppe Canto, neo assessore al Bilancio e ai Tributi del Comune di Augusta.

Nominato lo scorso 7 agosto dal sindaco del M5s Cettina Di Pietro, che si è avvalsa di “canali fiduciari” e non del metodo pentastellato del “bando assessori” (vedi articolo), già presentatosi in Consiglio comunale, a suscitare sospetti di presunti intrighi politici sarebbe in particolare il ruolo di presidente del collegio dei revisori dei conti del Comune di Siracusa, esito di un’elezione a maggioranza da parte del Consiglio comunale aretuseo, da cui comunque non intende dimettersi poiché “non esiste nessuna incompatibilità fra i due ruoli ricoperti in enti diversi“.

Canto marca la distanza da ogni soggetto politico, Movimento 5 stelle compreso: “Il sottoscritto non frequenta da oltre dieci anni nessuna segreteria politica. La nomina megarese è prettamente tecnica, non presagisce nessuna adesione di carattere politico e non deriva da inciuci di alcun genere“.

Conclude così il suo sfogo pubblico: “Chi mi conosce, e nella nostra città sono in tanti (Siracusa, ndr), sa che la correttezza, lealtà e ricerca costante della professionalità sono i cardini del mio vivere quotidiano. Pertanto, esorto tutti coloro che, in questo caldo agosto, preferiscono dedicarsi alla fantascienza politica anziché ad un rinfrescante bagno al mare, di evitare inutili strumentalizzazioni“.


In alto