Gazzetta TV

Manifestazione a difesa del porto di Augusta, una lunga onda di protesta attraversa l’Isola [Video]

AUGUSTA – Una manifestazione con cui la città di Augusta ha fornito una prima reazione popolare e che ha visto una folta presenza delle rappresentanze sindacali con Cgil, Cisl, Uil e Ugl, che per prime l’avevano indetta. Le associazioni datoriali in prima fila con Assoporto, Confindustria e Cna, a rivendicare il proprio deciso “no” alla decisione di trasferire la sede amministrativa della nuova Autorità di sistema portuale a Catania.

Il corteo che si è mosso nel pomeriggio di questo venerdì 10 febbraio dalla Porta Spagnola si è diretto poi in piazza Duomo. In testa la maggior parte dei sindaci del territorio provinciale, tra cui Cettina Di Pietro a guidare la schiera con Giancarlo Garozzo per Siracusa, Antonello Rizza e Pippo Cannata rispettivamente primi cittadini di Priolo e Melilli, le aree immediatamente interessate proprio perché inseriti nell’area industriale. Ma c’erano anche parroci e studenti, i consiglieri comunali di Augusta, di maggioranza ed opposizione, oltre ad una rappresentanza di deputati nazionali e regionali della provincia che hanno voluto essere presenti dopo il Consiglio comunale della scorsa settimana per proseguire una battaglia che è del territorio e per la sua economia, come ha detto l’esponente di Forza Italia Stefania Prestigiacomo, oltre ai parlamentari nazionali del Pd, Sofia Amoddio e Pippo Zappulla ,che hanno promesso azioni sul Governo per evitare quello che da più parte è stato definito uno “scippo” in favore di Catania. In corteo al fianco dei sindacati, l’assessore regionale Bruno Marziano, tra i deputati regionali presenti Marika Cirone Di Marco, Pippo Sorbello, Enzo Vinciullo, Stefano Zito con il capogruppo del Movimento 5 stelle all’Ars, Giancarlo Cancelleri, seguiti da altri deputati regionali pentastellati. Dal sagrato della chiesa Madre, in piazza Duomo, luogo scelto per un breve comizio, il sindaco Di Pietro ha tuonato così: “Basta agli scippi, il porto è nostro, ci siamo tutti senza differenze politiche, non ci fermeremo fin quando la sede dell’Autorità di sistema portuale non sarà  ad Augusta”.

Una conferenza stampa a Palazzo di città ha chiuso la mobilitazione, che secondo i segretari provinciali dei sindacati presenti con Roberto Alosi per la Cgil, Paolo Sanzaro per la Cisl, Stefano Munafò per la Uil e Antonino Galioto per l’Ugl, proseguirà. In un documento hanno voluto confermare la loro volontà ad inasprire le azioni di rivendicazione, nel caso in cui non dovesse giungere la risposta che il territorio si aspetta. Hanno aggiunto così: “Difendere il porto di Augusta significa non solo difendere una vasta fetta di economia di questa provincia, ma anche tutelare le opportunità di sviluppo che esso rappresenta. Vedere oggi uniti in piazza non solo le parti sociali, ma anche la politica, le istituzioni, le imprese, è la cartina di tornasole dell’importanza strategica che riveste per il territorio l’assegnazione ad Augusta della Port authority”.

Ecco i video della prima e della seconda parte della manifestazione, inerenti rispettivamente al corteo, partito dalla Porta Spagnola e concluso con il breve comizio sul sagrato della chiesa Madre, in piazza Duomo, e alla conferenza stampa tenuta nel salone di rappresentanza di Palazzo di Città.


In alto