Sport

Maritime Augusta, fine dell’idillio: via il coach della stagione dei record. “Visioni diverse”

AUGUSTA – Il Maritime Futsal Augusta non prorogherà il contratto di collaborazione tecnica con il coach spagnolo Miki Garcia Belda. Arrivato nel novembre del 2016 (alla quinta di andata), Miki ha guidato il Maritime in due storiche stagioni centrando due promozioni consecutive, due Coppe Italia (A2 e B) e firmando una striscia positiva record che nella stagione in corso ha visto il quintetto augustano collezionare 27 vittorie consecutive su 28 gare giocate.

L’unica sconfitta è arrivata con i campioni d’Italia della Luparense, affrontati in semifinale di Coppa della Divisione. Miki ha firmato anche un lunghissimo periodo di imbattibilità sul campo per un totale di 392 giorni (dall’1 aprile 2017 al 27 aprile 2018)​.​

Ringraziamo coach Miki e coach Manolo Peris Gavalda per quanto fatto in queste due stagioni, segnate dal raggiungimento di tutti gli obbiettivi stagionali. Le nostre strade si separano, ma restiamo in ottimi rapporti”, commenta il presidente del Maritime, Giuseppe Ciccarello. “Purtroppo, nella programmazione della nuova stagione, abbiamo avuto visioni diverse e quindi si è preferito interrompere la collaborazione. Il progetto del Maritime – conclude Ciccarello – continua in modo chiaro e deciso con l’obiettivo di essere protagonista anche in Serie A”.

Abbiamo visioni differenti sul modo di lavorare in merito al grande obbiettivo fissato dalla società per il prossimo anno: partecipare alla Champions“, dice coach Miki Garcia Belda. “Per questo motivo – prosegue Miki – abbiamo deciso di separare le nostre strade dopo due anni bellissimi. Ringrazio tutti! Sempre forza Maritime“.

Intanto coach Manolo Peris Gavalda resta, con piena fiducia e poteri, alla guida della formazione under 19 che, dopo la storica conquista della prima Coppa Italia di categoria, proverà la scalata anche nei play off del campionato under 19.

(Nella foto in evidenza, da dx: il presidente Giuseppe Ciccarello, il coach Miki Garcia Belda e il ds Giacomo Armellini)


In alto