Cronaca

Migranti, proseguono gli sbarchi sulla rotta turca. Rintracciati 10 curdi ad Avola, trasferiti al porto di Augusta

AUGUSTA – Proseguono gli sbarchi sulla cosiddetta “rotta turca“. Nelle prime ore della mattina, lungo il litorale balneare di Avola, sono stati rintracciati 10 immigrati irregolari, tra cui otto uomini, una donna ed una minore, di probabile nazionalità curdo-irachena.

Lo sbarco sarebbe avvenuto poco prima in località Punta del Cane, nei pressi di Fontane Bianche (Siracusa), ove è stata rintracciata l’imbarcazione utilizzata per la traversata. I dieci immigrati verranno trasferiti in mattinata alla tendopoli del porto commerciale di Augusta per le necessarie operazioni di identificazione.

Nella notte tra il 30 e il 31 luglio, lo sbarco precedente di migranti alla riserva di Vendicari, almeno 44, tra cui donne e minori, considerati quelli rintracciati dagli uomini del Gruppo interforze di contrasto all’immigrazione clandestina sulla strada Noto-Pachino. In quel caso si è trattato di ventisette afghani, nove iracheni e otto iraniani.

Anche loro erano stati trasferiti alla tendopoli del porto commerciale di Augusta mentre la barca a vela di 38 piedi impiegata, battente bandiera statunitense, dopo il disincaglio, è stata condotta a Marzamemi (Pachino) per il sequestro disposto dalla Procura di Siracusa.

(Nella foto di repertorio: barca a vela “Uzun” battente bandiera turca impiegata a metà luglio sulla cosiddetta rotta turca)


In alto