Cultura

Nacque ad Augusta duo Di Mare – Tempio, poi tournée internazionali e un cd

AUGUSTA – All’inizio del nuovo millennio ebbero l’intuizione di costituire un duo organo – sax soprano e furono i primi in Italia, e ancora oggi tra i pochi al mondo nel settore della musica classica, anticipando di alcuni lustri una forma d’arte e di interpretazione musicale affermatasi solo negli ultimi anni. Quell’idea fu di due musicisti augustani, due maestri appartenenti a generazioni diverse ma che hanno inteso intrecciare i rispettivi percorsi artistici. E, proprio nell’anno 2000, il luogo dell’incontro, naturale per la profonda passione per la musica sacra che li accomuna, fu la chiesa della Grazie di Augusta.

Per Giuseppe Di Mare, organista di fama internazionale a tal punto da essere designato quale organista “honoris causa” di numerosi luoghi di culto in Italia, Turchia, Portogallo, Danimarca, e Salvo Tempio, sassofonista emergente autore dell’ambizioso progetto di rielaborazione della tradizione musicale intitolato “Passio Hominis“, la chiesa delle Grazie di Augusta rappresentò la culla di un felice connubio strumentale.

Il duo, spaziando dalla musica barocca al repertorio moderno, ha partecipato da allora a prestigiosi eventi musicali, non solo di settore, con tournée sia in Europa che negli Stati Uniti. Dall’anno 2000, infatti, il duo Di Mare – Tempio si è esibito in concerti che hanno riscosso entusiastici consensi di critica e di appassionati, come a Boston nel 2003, a Catanzaro nel 2004, a Marsiglia nel 2005, a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica nel 2006, a La Valletta in rappresentanza dell’Italia nel 2006, a Siracusa per il concerto Fai e la rassegna Luci rispettivamente nel 2009 e nel 2010.

Il maestro Giuseppe Di Mare, che attualmente vive ad Avola, già primo musicista a riportare la Danza nella Chiesa cattolica dopo oltre sei secoli di assenza con il concerto, sua ideazione, Da Nazareth alla Resurrezione, poi insignito dal presidente della Repubblica Ciampi dell’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ha potuto coronare nella sua vita artistica e privata il sogno di esser ricevuto in udienza dagli ultimi tre pontefici, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco.

Nell’aprile del 2012, in quanto organista “honoris causa” della chiesa di S. Girolamo a Rimini, ha quindi offerto al maestro Salvo Tempio l’occasione di registrare nel luogo di culto romagnolo la produzione artistica del duo organo – sax soprano, ormai affermato. Nasce il cd “Il sorriso dell’anima“, prodotto da Borgatti Edizioni Musicali di Bologna, per il quale il maestro Di Mare ha composto appositamente molti brani, rivisitandone e interpretandone altri attraverso la conoscenza di tutte le sfumature che l’organo è in grado di esprimere, e nel quale il maestro Tempio ha saputo dimostrare che il sax è in continua evoluzione interpretativa, conferendo una particolarità timbrica apprezzata anche dai profani del genere musicale.

Il cd, che riscuote ancora oggi grande successo nei più importanti store digitali di musica, come iTunes e Amazon, contiene tredici brani che spaziano dalle celebri melodie di Bach a particolari rivisitazioni del maestro Di Mare dei brani di Frescobaldi, Zipoli, Haendel e Vivaldi. Nell’opera discografica è inserito un interessante brano di Salvo Tempio, che col suo sassofono quasi dipinge Dedicated to Amadie.

Proponiamo qui di seguito l’ascolto dell’Ave Maria di Bach – Gounod, eseguita appunto dal maestro Giuseppe Di Mare all’organo e dal maestro Salvo Tempio al sax soprano.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

In alto