Politica

Nomina assessore Canto, Bonnici: “I grillini augustani chiederanno il voto a cittadini di cui non si fidano?”

AUGUSTA – Dinanzi alla odierna nomina assessoriale del commercialista siracusano Giuseppe Canto, che si occuperà nella Giunta pentastellata delle rubriche del Bilancio e dei Tributi (vedi articolo), le prime reazioni politiche riguardano l’estraneità al territorio augustano del neo amministratore.

Per Giovanni Bonnici, coordinatore del movimento “Facciamo squadra“, si tratta dell’ “ennesimo smacco, l’ultimo in ordine cronologico, verso la cittadinanza che ha dato grandissima fiducia all’attuale amministrazione grillina“, poiché “la cittadinanza si vede commissariata da nomine assessoriali che mortificano il tessuto culturale e formativo cittadino“. Sottolinea: “Si è dovuto, anche questa volta, cercare altrove per trovare una professionalità che in città non si poteva trovare? Forse la Sindaca dimentica che la città di Augusta è piena di professionisti apprezzati ovunque e che hanno, in più, la conoscenza del territorio e un pizzico d’amor patrio, che non guasta di certo. Ecco ripagata la fiducia che gli elettori le hanno accordato portandola a furor di popolo sul gradino più alto della città“.

Prosegue: “Con la nomina odierna si riduce ulteriormente la presenza di abitanti di Augusta nella Giunta; un paradosso tutto megarese che vede la città commissariata da una pletora di assessori che vivono altrove e che non conoscono affatto il territorio che vanno ad amministrare. Per noi di “Facciamo squadra” serve uno scatto d’orgoglio, un atto d’amore verso la Città che potrebbe benissimo iniziare con la scelta di concittadini a cui dare l’onore di amministrare Augusta. Siamo di fronte anche alla novità della “scelta fiduciaria” in luogo dei tanto sbandierati bandi assessoriali; una inversione di tendenza che noi ci auguriamo che la prossima volta riguardi la residenza. Assessori che vivono in città garantiscono di certo una più costante presenza ed una maggiore fedeltà al patto elettorale, evitando figuracce come quella dell’assessore che invitava la popolazione a recarsi al Faro in bicicletta o come chi si reca in assessorato solo qualche sporadica volta“.

Inevitabile l’aggancio alle prossime elezioni regionali, alla luce della candidatura, espressione del M5s augustano, di Massimiliano Fargione, marito del sindaco: “Oppure, a voler pensare male, i 5 stelle augustani non si fidano di quei cittadini ai quali, tra qualche mese, chiederanno il voto per le elezioni regionali? Nasce, quindi, un altro paradosso per cui i grillini chiedono il voto a persone di cui non si fidano… restiamo in attesa di risposte. O, magari, i cittadini augustani, preferiranno in risposta a questo atteggiamento votare persone non grilline, ripagando con la stessa moneta la maggioranza (o presunta tale) al Comune?“.

Bonnici conclude: “Cogliamo l’occasione, comunque, per augurare al signor Canto, neo assessore al Bilancio e ai Tributi, un buon lavoro, augurandoci una sua assidua e costante presenza ed una proficua collaborazione con la cittadinanza“.


In alto