Politica

Nomine nel comitato di gestione Adsp, l’interrogazione: quali criteri adotterà il Comune?

AUGUSTA – Nella settimana dello scontro tra Marziano e Vinciullo sulle logiche spartitorie che sarebbero state applicate al Comitato di gestione della nuova Autorità di sistema portuale, a fronte del trasferimento della sede da Augusta a Catania, e dell’incontro tra Assoporto Augusta e il presidente dell’Adsp Andrea Annunziata, intervengono sul tema nomine i due consiglieri comunali di “Attiva mente” Biagio Tribulato e Angelo Pasqua.

Mentre, per la nomina nel Comitato di gestione che spetta alla Regione, Crocetta ha designato l’imprenditore augustano Gaetano La Ferla, i due consiglieri hanno presentato un’interrogazione per avere delucidazioni sui criteri che verranno adottati per la nomina che spetta al Comune: “In questi giorni di notizie circa la nuova Autorità di sistema portuale e le relative nomine che promanano varie fazioni politiche, vista la mancanza di notizie ufficiali – fanno sapere attraverso una nota congiunta – abbiamo ritenuto opportuno inviare un’interrogazione consiliare all’Amministrazione per capire come si stia provvedendo e secondo quali criteri in seno alla nomina del rappresentante del Comune nell’Autorità di sistema portuale. Apprendiamo dalla stampa di un incontro avvenuto tra di Assoporto con il presidente Annunziata al quale è stato invitato il Sindaco e di questo ne siamo felici“.

Tribulato e Pasqua chiedono quindi che l’Amministrazione promuova un incontro tra il neo presidente dell’Adsp e il Consiglio comunale: “Ma sarebbe stato auspicabile, ancor prima, un incontro promosso dall’Amministrazione con l’organo di rappresentanza istituzionale della città che è il Consiglio comunale, anche in virtù della continuità che merita un argomento come quello dell’Autorità di sistema, visti i precedenti Consigli trattati anche a livello provinciale e con il coinvolgimento della deputazione tutta. È di grande importanza che fissare al più presto un incontro con le forze politiche della città e il presidente Annunziata, lo riteniamo prioritario per dare un logico seguito a quei Consigli comunali precedenti incentrati sulla difesa della nostra Autorità di sistema portuale. Confidiamo, nelle more che si ripristini il regolare svolgimento del Consiglio comunale, che questo odg venga trattato con celerità: lo si deve alla città“.

Infine ribadiscono la proposta di costituzione di una Consulta comunale per gli affari portuali: “Crediamo comunque che sia opportuna, sebbene il Comune non abbia ancora provveduto come più volte da noi sollecitato, la costituzione di una Consulta per gli affari portuali che annoveri tutti i portatori di interesse del territorio, per mettere in pratica buone prassi scaturenti da chi tutti i giorni conosce le reali problematiche del nostro porto“.


In alto