Archivio

Nuoto, 3° Trofeo nazionale Augusta a Barbera e Faggi, intervista all’organizzatrice

Nuotatori si tuffano per il 3° Trofeo Nazionale Augusta del Grand Prix nazionale di nuoto di fondo e mezzo fondo

trofeo-fondo-coppe-conclusioneAUGUSTA – Ieri sera la conclusione di un evento che abbiamo seguito tappa dopo tappa, saggiando le potenzialità organizzative dell’associazionismo sportivo augustano e le capacità delle diverse realtà istituzionali e non solo di fare sinergia per un obiettivo comune.

Il terzo Trofeo nazionale Augusta è stato occasione per registrare la grande disponibilità della Marina Militare, che ha aperto le porte del Lido Ufficiali a centinaia di appassionati di nuoto. Per ottenere una sicurezza diffusa, garantita da chi ha fatto “sistema”: Carabinieri, Capitaneria di porto, Guardia costiera ausiliaria, quest’ultima su imbarcazioni fornite gratuitamente da associazioni di pesca e da sponsor privati. Non da ultimo, i volontari e i mezzi della Misericordia di Augusta, sempre a fianco dei propri concittadini.

Tornando ai risultati sportivi, qui di seguito i risultati della terza tappa sul miglio marino. Maschile: 1) Perez Federico, Team Nuoto Siracusa, con 26.28 2) Fazio Andrea, Ulysse Nuoto, con 26.43 3) Lisi Giuseppe, Ulysse Nuoto, con 26.47. Femminile: 1) Caruso Alessia, Asd Nuotatori Campani, con 29.31 2) Iannello Sarah, Nuoto Milazzo Asd, con 29.32 3) Saraceno Federica, Asd Athon Augusta, con 29.40.

Ed ecco, quindi, l’esito finale, come aggregato dei punteggi acquisiti nelle tre tappe. Nonostante le due tappe vinte dal siracusano Federico Perez, la vittoria finale tra gli uomini va a Pietro Barbera, nuotatore del Nuoto Milazzo Asd, secondo nella prima tappa sui 10 km e vincitore della seconda tappa sui 5 km. Seconda e terza piazza finale per i due atleti dell’Asd Athon Augusta Giuseppe Sirone e Fernando Coppola, da noi intervistati alla conclusione della seconda tappa. Mentre per Sirone, a diciannove anni, si tratta di una conferma, per Coppola, a soli quattordici anni, potrebbe essere l’inizio di una grande ascesa.

Tra le donne, successo di Elisa Faggi, della Polisportiva Amatori Prato, che da master 40 è riuscita a conquistare il trofeo più ambito, soprattutto grazie alla vittoria sui 10 km e alla terza piazza nella 5 km. Seconda Deianira Veneziano, della Pronuoto Genova, e terza Valentina Vinci, del Tc Match Ball Siracusa.

Abbiamo intervistato l’organizzatrice dell’evento, Antonella Aprile, che è anche responsabile tecnico dell’Asd Athon Augusta.

In relazione alla partecipazione degli atleti, che misura il peso di un evento competitivo: “Siamo soddisfatti perché abbiamo confermato i numeri della scorsa stagione, nonostante il momento del nuoto di fondo siciliano, che ha subito una piccola frenata“. Poi tira le somme: “La location e l’organizzazione hanno premiato, come riconosciuto da nuotatori e pubblico, e in più si è riusciti a mantenere le condizioni di sicurezza e prevenzione in mare, grazie alle istituzioni… (segue un doveroso elenco, come in premessa di articolo, ndr), e grazie agli ufficiali di gara che sono stati in questo senso molto rigorosi“.

Per Antonella Aprile, un sussulto di orgoglio cittadino: “Felicissima per gli atleti augustani piazzati, ma una menzione va fatta per Sirone, perché giovane universitario a Verona che torna nella nostra terra appositamente per onorare i colori siciliani ed augustani“. Riguardo alla società di cui è responsabile tecnico: “L’Asd Athon Augusta registra da diversi anni circa cinque-sei titoli italiani a stagione nelle categorie ragazzi e giovanissimi, e proprio lo scorso anno i nuovi talenti l’hanno portata in vetta alle classifiche italiane“.

Conclude rendendo nota la nuova struttura per gli sportivi augustani: “I ragazzi dell’Asd Athon volevano una casa propria e finalmente nel Centro polisportivo Augusta è operativa la vasca semi-olimpionica regolare ideata dai progettisti della Federnuoto otto anni fa, che potrà essere riferimento per le future competizioni regionali e per i cittadini augustani“. Appuntamento, quindi, alla quarta edizione del Trofeo.

Cecilia Casole


Nessuna immagine trovata

In alto