News

Nuovo Tdm e Asp rinnovano l’intesa al “Muscatello” di Augusta

AUGUSTA – Nei giorni scorsi è giunto a conclusione alla Regione l’iter durato un anno per l’assegnazione di 47,6 milioni di euro alla sanità regionale, e in particolare di 1,5 milioni per finanziare il progetto del Centro di riferimento regionale per le patologie da amianto finalmente istituito all’ospedale “Muscatello” di Augusta.

Il nuovo gruppo che gestisce la sezione locale del Tribunale per i diritti del malato, presieduta da Giuseppe Tringali, è stato ricevuto stamani dal commissario dell’Asp di Siracusa, Salvatore Brugaletta, nel presidio ospedaliero augustano. All’incontro hanno partecipato il direttore sanitario dell’ospedale Alfio Spina, il direttore del Distretto di Augusta Lorenzo Spina, il dirigente medico di presidio Eugenio Vinci, dirigenti medici dei reparti e dirigenti di “Cittadinanzattiva” di Augusta, regionali e nazionali.

Secondo quanto rende noto l’Asp attraverso un comunicato, si è trattato di un importante momento di conoscenza e condivisione dei nuovi percorsi, nell’ottica della centralità dei diritti dei pazienti e dei processi di umanizzazione dei servizi che il presidente Tringali pone tra gli obiettivi prioritari del Tdm. Inoltre, si riferisce che il commissario dell’Asp di Siracusa, Salvatore Brugaletta, ha accolto con entusiasmo il nuovo assetto e i nuovi obiettivi del Tdm e si è impegnato fin da subito ad avviare percorsi condivisi per il raggiungimento degli obiettivi comuni. “È un piacere, oltre che un dovere – ha detto il commissario – incontrare un così elevato livello di attenzione, che per noi rappresenta un ulteriore stimolo a migliorare le risposte ai bisogni sanitari dei pazienti”.

All’incontro è seguita una visita all’intera struttura ospedaliera, con attenzione particolare ai reparti di recente istituzione, tra questi il Centro di riferimento regionale per la cura e la diagnosi anche precoce delle patologie derivanti dall’amianto, Neurologia, Oncologia, Pronto soccorso e il Presidio territoriale di assistenza.

Il presidente del Tribunale per i diritti del malato di Augusta, Giuseppe Tringali, assieme ad Alessandro Pinacchi, Giovanni Fichera, il componente della direzione nazionale di “Cittadinanzattiva” Giuseppe Magrì e il presidente del Tdm di Siracusa Pasqualino Zappulla, hanno ribadito a più voci che soltanto nella collaborazione costruttiva si possa trovare la soluzione al miglioramento auspicato, costante e generale. “Vogliamo fare nostro il grande tema dell’umanizzazione – ha detto Tringali – il rapporto con i pazienti e sempre più spesso, con le loro famiglie, deve essere posto con serietà e costanza. La visita ai reparti, svolta in collaborazione con i dirigenti medici – ha proseguito – ha messo in luce i sensibili miglioramenti conseguiti negli ultimi anni che vede l’Asp impegnata nella radicale trasformazione dell’ospedale nell’interesse dei cittadini”.


Nessuna immagine trovata

In alto