Politica

Parcheggio di Brucoli a privati e a pagamento, l’assessore Pulvirenti conferma e motiva. Per Triberio è “tassa sull’estate”

AUGUSTA – Sono numerose le polemiche, sui social in particolare, seguite alla pubblicazione dell’avviso di indagine di mercato da parte del Comune per l’eventuale affidamento in concessione a privati del parcheggio di Brucoli, terreno che un anno fa l’Enel, proprietaria, ha concesso in comodato d’uso gratuito allo stesso Comune.

Interviene oggi l’assessore Danilo Pulvirenti, che detiene la rubrica della Mobilità, chiamato in causa nei giorni scorsi dal consigliere Triberio. “Il parcheggio di Brucoli rappresenta per Brucoli un unicum. Altri luoghi turistici si sognano di avere un parcheggio pubblico così grande a servizio di un borgo marinaro – afferma – Così, insieme al Sindaco abbiamo chiesto ed ottenuto dall’Enel la possibilità di avere una gestione più lunga, con la possibilità di poter programmare una serie di iniziative che, con la collaborazione della polizia municipale, stiamo portando avanti“.

Quindi conferma l’indirizzo dell’Amministrazione pentastellata e motiva la scelta: “Una di queste è dare la gestione a privati tramite bando pubblico, stante la mancanza di personale interno al Comune che possa gestire quel parcheggio. Inoltre si potrà migliorare la fruibilità del parcheggio stesso con degli accessi più semplici. Abbiamo interloquito con i residenti di Brucoli e con le associazioni ed abbiamo spiegato perché è necessario un bando pubblico per dare la gestione ad enti con esperienza in tema di gestione di parcheggi“.

Pulvirenti replica direttamente a Triberio: “Non capisco come fa il consigliere a sapere chi vincerà la gara visto che tutti gli atti sono pubblici e vista la nostra volontà di non effettuare affidamenti diretti, come fanno altri comuni rappresentati da amministrazioni vicine al mondo politico del consigliere. Ci auguriamo, al di là delle sterili polemiche, che si riesca a migliorare ed ad aumentare gli utenti ed i turisti di Brucoli. Le Ztl – conclude l’assessore – aumentano la qualità dei fruitori, delle famiglie e aumentano gli introiti dei commercianti che offrono un servizio sempre migliore. Gli introiti infine serviranno a migliorare il decoro del borgo stesso nel rispetto dei residenti“.

Nei giorni scorsi era stato molto critico il consigliere comunale di minoranza Giancarlo Triberio, di Liberi e uguali, sostenendo che “l’Amministrazione 5 Stelle vuole fare cassa con l’estate degli augustani, a costo di far morire Brucoli“, parlando esplicitamente di una “tassa sull’estate“.

Queste le principali contestazioni, nel merito dell’indagine di mercato, mosse dal consigliere: “A sfruttare economicamente il flusso di visitatori nella frazione turistica sarà una ditta di fuori (questa Amministrazione sembra proprio affascinata dai forestieri) perché nel bando si chiede una comprovata esperienza nel settore che nessuno in città può avere, semplicemente perché non ci sono parcheggi a pagamento. Questo significa pure che tutti quei cittadini giovani e meno giovani (dalle famiglie con bambini agli anziani accompagnati), che vogliono andare a Brucoli per sfuggire alla calura estiva e respirare la brezza di mare, dovranno pagare, e pagare sempre, mattina e sera, giorno e notte, estate e inverno: con prezzi come fossero a Taormina, a partire da 1 euro per mezzora appena, e con fasce orarie di difficile comprensione. Se poi non si fanno bene i conti con l’orologio, possono spendere più di 5 euro per poche ore di permanenza, fino ad arrivare agli 8 euro per un giorno intero“.

Inoltre riprendeva la proposta avanzata, all’atto della presentazione invernale, dall’associazione “Brucoli”: “Il Comune vuole guadagnarci il 40 per cento degli introiti, da questo ulteriore “balzello” per le tasche degli augustani. Ma l’Amministrazione 5 Stelle non ci dice affatto se questa tassa sull’estate sarà usata per investire in attività di promozione e valorizzazione del territorio che ne dovrà pagare tutte le conseguenze, nel bene e nel male: Brucoli. C’era già una proposta avanzata da un’Associazione della frazione, che prevedeva la gestione dell’area di sosta a tariffe sostenibili e senza limiti di orario (un euro nei feriali e 2 euro per weekend e festivi) con gli incassi destinati a fini sociali nello stesso borgo“.

Il consigliere Triberio, infine, affermava: “Gli augustani devono sbracciarsi per ogni cosa, ma quando qualche Associazione propone qualcosa che abbia un ritorno necessario a finanziare le loro iniziative, come appunto a Brucoli, allora l’Amministrazione 5 Stelle gli volta le spalle e si mette a fare cassa aiutando una società forestiera a fare business“.


In alto