Segnalazioni

Polivalente del “Costa” al freddo. Niente riscaldamenti fino al nuovo anno

AUGUSTA – Sembra non avere pace il plesso scolastico “Polivalente”, in Borgata, sede della scuola dell’infanzia del comprensivo “Domenico Costa” e della scuola primaria del comprensivo “Salvatore Todaro”. Dopo la recente sospensione delle attività didattiche per la necessaria derattizzazione, esplode il caso delle aule fredde, alle porte dell’inverno e con la temperatura in questi giorni sovente al di sotto dei 10 gradi.

È il padre di un’alunna della scuola dell’infanzia, di neppure 3 anni di età, Francesco Ruta, che pone formalmente la questione attraverso una lettera aperta alla redazione. “Ieri sera mia figlia mi ha detto: “Papà a scuola c’è freddo”. Da padre sento il dovere di tutelare mia figlia e gli altri bimbi presenti nell’istituto“, scrive.

Ruta, che riferisce di essersi recato quest’oggi nell’ufficio del dirigente scolastico Michele Accolla per ottenere risposte, precisa: “Effettivamente la normativa è chiara, c’è un calendario con una tabella ben precisa di quando accendere i riscaldamenti e per quanto tempo. Per Augusta, che si trova nella fascia B, il periodo previsto è dal 1 dicembre al 31 marzo per numero 8 ore al giorno. Oggi 19 dicembre, con ben 18 giorni di ritardo rispetto alla normativa, apprendo che i riscaldamenti dovrebbero essere messi in funzione solo dopo le vacanze natalizie“.

Commenta con amarezza: “Da padre e da cittadino penso che sia un’indecenza trovare degli uffici pubblici caldi e le classi dei bambini della materna fredde. Spero che l’anno nuovo possa iniziare con i riscaldamenti accesi“.

A seguito di quanto riportato da Ruta nella lettera aperta, abbiamo contattato il dirigente scolastico del “Costa”, Michele Accolla, che ci ha confermato la grave situazione. “Avevamo fatto segnalazione il 2 novembre al Comune, richiedendo gli adempimenti preliminari per l’attivazione degli impianti previsti per il 1 dicembre“, assicura il dirigente. In considerazione della mancata accensione delle caldaie nei tempi previsti, Accolla avrebbe nuovamente contattato l’ufficio preposto del Comune, ma gli sarebbe stato comunicato che a causa di “adeguamenti da fare“, l’attivazione dei riscaldamenti slitta all’anno nuovo, l’8 gennaio.

(Foto in evidenza: generica)


In alto