LifeStyle

Sabato della lirica ad Augusta, buona la prima con “le donne di Puccini”

AUGUSTA – È iniziata ieri pomeriggio nel salone del Circolo Unione la “mini stagione” della lirica augustana, chiamata “Il sabato della lirica”, con il concerto “Le donne di Puccini”. Si tratta del primo appuntamento al quale seguiranno le serate del 21 aprile e del 12 maggio, organizzati grazie alla Yap, l’accademia canoro-musicale fondata dal tenore augustano Marcello Giordani, assente alla serata perché in tournée all’estero.

Gaetanella Bruno, presidente del Circolo Unione, ha dato avvio al concerto rivolgendo anche un ringraziamento per la collaborazione al maestro Giovanni Ferrauto e alla Camerata polifonica siciliana. Quattro soprani si sono esibite cantando le arie di Giacomo Puccini, uno dei più importanti operisti della storia, accompagnate al pianoforte da Rosario Cicero. A introdurle, spiegando brevemente i singoli brani, Gianfranco Alderuccio.

Gaia Gallitto con “Le Villi – Se come voi piccina io fossi”; “Boheme – Valzer di Musetta”; “ La Rondine – Chi bel sogno di Doretta”. Noemi Muschetti con “Edgar – Nel villaggio d’Edgar”; “Gianni Schicchi – O mio babbino caro”; “ Turandot – Signore ascolta”. Marianna Cappellani “Manon Lescaut – In quelle trine morbide”; “ Boheme – sì, mi chiamano Mimì”; “ Madama Butterlfly – Un bel di vedremo”; “ Suor Angelica – Senza mamma”; “ Turandot – Tu, che di gel sei cinta”. E Marica Terranova con “Manon Lescaut – Sola perduta abbandonata”; “ Tosca – Vissi d’arte”; “ Fanciulla del west – Laggiù nel Soledad”; “ Tabarro – È ben altro il mio sogno”; “ Turandot – In questa reggia”.

Entusiasta il pubblico per questa “prima” dell’iniziativa concepita per promuovere l’opera lirica e rilanciare il centro storico della Città. È possibile assistere agli spettacoli acquistando in prevendita, sul sito web della Camerata polifonica siciliana, i singoli biglietti o l’abbonamento, con tariffe ridotte per soci e studenti.


In alto