News

Salva l’agenzia Inps di Augusta, per adesso

AUGUSTA – L’agenzia Inps di Augusta resta attiva, almeno per i prossimi mesi. Sembrava prevalere la rassegnazione sulla chiusura della locale agenzia con la contestuale trasformazione in semplice “punto Inps”, nell’ambito di un piano di ridimensionamento nazionale. Ma con una nota di alcuni giorni fa, il 10 novembre precisamente, a firma di Vincenzo D’Amato, direttore centrale organizzazione e sistemi informativi dell’Inps, è stato comunicato che la trasformazione delle agenzie in punti o la chiusura delle agenzie sono “sospese in attesa del prossimo riesame degli organi del nuovo regolamento sul decentramento territoriale dell’Istituto”.

Manifesta soddisfazione la Camera del Lavoro – Cgil di Augusta, nonché tutta la Cgil provinciale, che a fine maggio era stata protagonista insieme a Cisl e Uil di un sit-in di protesta in piazza Duomo contro la paventata chiusura della locale agenzia, oltre che di diversi incontri con la direzione provinciale Inps. Il segretario Lorena Crisci si augura che “in futuro non si ripresenti lo stesso problema e che si trovi una soluzione idonea al territorio e alla cittadinanza tutta, cittadinanza che si vede già pesantemente penalizzata da scelte politiche che hanno man mano tolto strutture e servizi“.

Commentano con soddisfazione e al contempo cautela due consiglieri comunali di opposizione, Giancarlo Triberio e Alessandro Tripoli.

Mi unisco al sollievo del sindacato per la sospensione del piano di chiusura delle agenzie Inps, fra cui quella di Augusta. Il pericolo che la città perdesse anche questo importante presidio dei servizi statali si è allontanato, ma non è cessato – scrive in una nota Triberio, consigliere di Articolo uno – Mdp –. Ricordo all’amministrazione comunale che si tratta di uno stop temporaneo per ragioni organizzative dell’Ente previdenziale e non di una retromarcia su una scelta scellerata. Il Comune non deve assolutamente abbassare la guardia – avverte – né farsi trovare impreparato se il rischio chiusura dovesse ripresentarsi. Invito pertanto l’amministrazione comunale a provvedere per tempo a programmare a tutti quegli atti propedeutici che dovessero eventualmente rendersi necessari per mantenere l’agenzia Inps di Augusta”.

Tripoli, collega di opposizione iscritto al Pd, afferma che “se tale notizia dovesse esser vera, non posso che ringraziare le organizzazioni sindacali, che, unitamente alla preziosa collaborazione di sua eccellenza il prefetto dott. Castaldo, hanno scongiurato l’ennesimo scippo o abuso perpetrato nei confronti della nostra città“.

Aggiunge con sarcasmo: “Sono pertanto certo che, nel pieno stile di rinnovamento politico, a prendersi i meriti saranno in molti ma non di certo quelli che davvero hanno lavorato per evitare l’ennesimo sopruso nei confronti dei cittadini augustani. Varrà sempre la regola che, “passo dopo passo” (slogan della maggioranza del M5s, ndr), le cose buone sono merito nostro, quelle cattive, invece, colpa di tutto il resto del mondo!“.

 


In alto