Cronaca

Sequestrato nel golfo Xifonio attrezzo per la pesca dei polpi lungo 200 metri

AUGUSTA –  Nel corso di un controllo effettuato ieri nel golfo Xifonio, la motovedetta della Guardia costiera Cp 2204 si è imbattuta in un attrezzo da pesca, sotto costa, posizionato da ignoti.

È risultato “non correttamente segnalato”, pertanto ritenuto un “pericolo per la sicurezza della navigazione”, e neppure etichettato, quindi non proveniente da pesca professionale.

L’attrezzo rinvenuto, comunque poco al di fuori dell’area portuale sottoposta a divieto di pesca, è lungo circa 200 metri e viene utilizzato per la pesca dei polpi. I militari intervenuti lo hanno prelevato dalle acque della rada e sequestrato.

Il controllo rientra nell’ambito dell’operazione “Mare sicuro”, di cui sono stati presentati i risultati la scorsa settimana (vedi articolo).


Nessuna immagine trovata

In alto