Politica

Soddisfazione da Tribulato e Pasqua: “Vicenda Faro sotto gli occhi di tutti”

AUGUSTA – L’Amministrazione ha reso noto attraverso la conferenza stampa odierna che, avendo ricevuto i nulla osta dalla Soprintendenza, procederà con l’apertura di due aree di sosta temporanee, la prima in ordine di apertura servirà Brucoli dal 15 luglio al 15 settembre e la seconda, con tempistiche ancora da definire, servirà l’area balneare del Faro Santa Croce, oggetto di una lunga battaglia da parte dell’opposizione.

I due consiglieri comunali di opposizione Biagio Tribulato e Angelo Pasqua, con una nota congiunta, esordiscono: “Leggendo comunicazioni lanciate sui maggiori social da parte dell’Amministrazione e da parte di consiglieri di maggioranza invitiamo a non fare le vittime sulla questione “Faro”. Le vicende sono avvenute sotto gli occhi di tutti, contornate da quella che è stata l’arroganza e il modus operandi del tutto fuorviante adottato“.

Chiariscono: “Se il problema voleva risolversi sin dall’inizio bastava semplicemente che i pareri si fossero chiesti alla Soprintendenza sin da subito, senza sostituirsi agli uffici comunali preposti e senza scrivere ad enti non competenti in materia per prendere tempo. Non ci sembra che gli uffici preposti siano stati interpellati sin da subito sulla questione, bensì solo dopo il disagio cittadino che si è determinato. È paradossale che i tecnici del Comune siano fondamentali solo quando il loro tecnicismo non entra in collisione con l’ indirizzo politico, mentre quando vi è un problema che non si sa come risolvere o che politicamente si vuole porre in secondo piano, si sposta invece l’attenzione sul fatto che non dipende dall’Amministrazione ma dagli uffici che non danno le risposte“.

I due consiglieri comunali di “Attiva mente” commentano: “Esprimiamo soddisfazione per il risultato che oggi ha raggiunto la città, un risultato che era prevedibile e già preannunciato se solo la questione fosse stata affrontata con solerzia e con determinazione sin dall’inizio, nell’esclusivo interesse di risolvere un problema ai cittadini“.

In conclusione, una sferzata alla maggioranza pentastellata: “A coloro che inneggiano alla legalità e ci accusano di ipocrisia e di essere patetici, cari consiglieri e familiari dell’Amministrazione, ricordiamo che la buona politica la fanno le persone con il loro impegno quotidiano e la legalità si dimostra con i fatti non si inneggia per buttare sempre e solo fango di fronte a verità oggettive. Tanto dovuto per la corretta informazione che tanto viene millantata, ma che con unico stile si riesce a far apparire sempre ad esclusivo favore proprio“.

 


In alto