Cronaca

Sospeso deposito di bevande ad Augusta, maxi sequestro di bottiglie con etichette “alterate”. Scatta denuncia per il gestore

AUGUSTA – Sospensione di un’attività di deposito di bevande nel territorio di Augusta, contestuale sequestro di bevande per un valore di 200 mila euro e denuncia del gestore del deposito. Questo l’esito di un controllo effettuato ieri ad Augusta dai carabinieri del Nas di Ragusa, unitamente ai carabinieri della locale compagnia e a personale dell’Asp di Siracusa.

I militari del Nas hanno accertato la presenza nel deposito di bevande contenute in bottiglie a cui sarebbe stata “rimossa l’etichetta originale in luogo di una diversa e, in alcuni casi, con l’eliminazione della data di scadenza”.

Nel corso del controllo, sono state inoltre rilevate “gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali e la mancanza di dati e qualsivoglia documentazione per la rintracciabilità dei prodotti che recavano etichette non in lingua italiana”.

I carabinieri hanno pertanto proceduto alla sospensione del deposito di bevande, il cui valore della struttura è stimato in 600 mila euro, per le suddette contestate carenze igienico-sanitarie e strutturali, e al sequestro delle bevande del valore di euro 200 mila euro, le cui etichette delle bottiglie sarebbero risultate alterate.

Quindi hanno denunciato in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria il gestore del deposito, il trentottenne augustano M.A., per “tentata frode in commercio”, “alimenti in cattivo stato di conservazione”, “alimenti privi di dati riferiti alla rintracciabilità”.

(Foto in evidenza: repertorio)


In alto