News

Successo del fine settimana in rosa Lilt, Luigi Spinali vince la Stramegara

AUGUSTA – La città prosegue di fatto la sua marcia per la vita popolando il centro storico, a partire dallo scorso sabato mattina e fino a questa domenica, per l’importante campagna del mese di ottobre “Nastro rosa”, sulla prevenzione del tumore al seno, portata avanti dalla Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) provinciale e dalla sua attivissima delegazione augustana, in collaborazione con la Marina militare, l’Asd Atletica Augusta, l’associazione “Genitori e figli – Unitevi a noi”, e la partecipazione dei quattro istituti comprensivi, dell’Istituto paritario “Guglielmo Marconi” e dell’Istituto di istruzione superiore “Arangio Ruiz”.

Diversi gli stand operativi in piazza Duomo, punto nevralgico della due giorni racchiusa nel motto “Io corro per te“. Sabato mattina si è tenuta la ormai tradizionale “Passeggiata in rosa“, con raccolta fondi pro Lilt, a cui hanno partecipato numerosi cittadini e alunni delle scuole, percorrendo a piedi le vie principali della città, con partenza e arrivo sempre nel tratto di via Principe Umberto dinanzi alla chiesa Madre. Una passeggiata presentata in piazza da Michela Italia, che ha invitato a intervenire i promotori e l’assessore alla Cultura Giusy Sirena (in rappresentanza anche del sindaco Cettina Di Pietro, assente per impegni istituzionali), che ha voluto sottolineare l’importanza della prevenzione, “grazie alla quale – ha auspicato – potremo sconfiggere questa malattia chiamata cancro“. Tra i promotori della due giorni sono intervenuti Claudio Castobello, presidente provinciale della Lilt, assistito ad Augusta dalla responsabile eventi Lina Siracusa, il presidente dell’Asd Atletica Augusta Domenico Scali e l’associazione “Genitori e figli”, rappresentata dal vicepresidente Marco Monticchio. Presenti con uno stand anche docenti e studenti dell’Istituto paritario “Marconi”, guidati dal dirigente scolastico Carmelo Gulino, i cui studenti dell’indirizzo alberghiero si sono prodigati nel preparare un piccolo rinfresco, e un gruppo di studenti dell’indirizzo turistico del “Ruiz” accompagnati dal docente Paolo Trigilio. Ha quindi ricevuto la fascia rosa Lilt la madrina dell’iniziativa, Maria Pia De Felice, moglie del comandante Marisicilia, che prima di tagliare il nastro ha spiegato il significato simbolico di una passeggiata attraverso la quale “con dei semplici passi ricordiamo chi non c’è più, per sostenere sempre chi ancora lotta per la vita“.

Questa domenica mattina, gli eventi marcatamente sportivi per i runner, alcuni dimostrativi e quello riservato agli agonisti. Prima, una sessantina di atlete della provincia di Siracusa chiamate per l’occasione “pink runners”, con indosso la maglia della Lilt, hanno corso per un quarto d’ora tagliando il traguardo tutte insieme come messaggio rafforzativo sull’importanza della prevenzione. Seguite da un’apprezzata esibizione dei giovani dell’Asd Atletica Augusta, impegnati in brevi staffette. Quindi ha preso il via l’attesa quattordicesima edizione della “Stramegara”, ultima prova del Grand prix provinciale, sulla distanza di 8 km. Circa trecento podisti hanno corso per le strade del centro storico, con partenza e arrivo in piazza Duomo, in una gara vinta dall’atleta di casa Luigi Spinali, che sin dal primo giro ha staccato i suoi avversari, tagliando il traguardo in solitaria. Tra le donne, ha vinto la netina Fiorella Valvo, della Placeolum Palazzolo. Il presidente dell’Atletica Augusta, Domenico Scali, insieme all’organizzatore, Carmelo Casalaina, e al presidente dell’associazione “Genitori e figli” che li ha affiancati questa mattina, Antonio Caruso, hanno espresso soddisfazione per l’ottima riuscita dell’evento sportivo, seguito e applaudito da centinaia di augustani sui marciapiedi del percorso, dando appuntamento alla prossima edizione.

Alessandra Peluso


Nessuna immagine trovata

In alto